Venerdì 2 Novembre 2018, 00:00

«Situazione drammatica, siamo abbandonati»: il grido della sindaca

«Situazione drammatica, siamo abbandonati»: il grido della sindaca
VAL DI ZOLDO - «La situazione è drammatica, ci sentiamo abbandonati». A Val di Zoldo la normalità è ancora lontana. I corsi d'acqua restano ingrossati, tante case sono ancora senza corrente, la Sp 251 è stata riaperta ma è in cattive condizioni, un paio di persone di Costa sono state evacuate, i telefoni non funzionano e in caso di emergenze sanitarie la corsa in ospedale si fa a bordo di un'ambulanza. Lucia Colussi, sindaco dal 2001 al 2006, ieri è stato l'unico contatto possibile con la popolazione zoldana. Nemmeno il sindaco Camillo De Pellegrin era raggiungibile.

Con Colussi è stato possibile scambiare poche parole ieri mattina, quando la donna si trovava a Belluno. Fino a Longarone il telefono non aveva campo, stando in Valle era impossibile comunicare con l'esterno. «Posso parlare solo perché sono a Belluno le sue parole -, non vi rendete conto della drammaticità della situazione sul nostro territorio. Piove ancora a dirotto, i corsi d'acqua si sono di nuovo ingrossati e stanno nuovamente esondando».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Situazione drammatica, siamo abbandonati»: il grido della sindaca
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti