Valcarne riapre la macelleria: «Lo ha chiesto la comunità di Pedavena»

Sabato 4 Giugno 2022
Valcarne riapre la macelleria: «Lo ha chiesto la comunità di Pedavena»

PEDAVENA - Nuova sfida per la cooperativa Valcarne: riapre a Pedavena il punto vendita che aveva chiuso qualche tempo fa per motivi organizzativi.

Una bella notizia per tutti i pedavenesi che negli ultimi tempi hanno visto diverse attività chiudere i battenti.


L'INAUGURAZIONE


Martedì prossimo, 7 giugno, riaprirà il punto vendita Valcarne di Pedavena, sito in Viale Vittorio Veneto 17. La Cooperativa ha deciso di scommettere nuovamente sulla macelleria già aperta nel marzo del 2015 e chiusa qualche tempo dopo per motivi di organizzazione interna. La scelta del consiglio di amministrazione Valcarne, presieduto da Germano Bellumat, di riaprire la macelleria è stata presa anche considerando le numerose richieste ricevute da parte della comunità di Pedavena, che nell'ultimo periodo si è vista chiudere numerose attività all'interno del paese. Nel punto vendita di Pedavena, oltre ai reparti dedicati alle carni e alla salumeria, saranno disponibili prodotti di gastronomia, sempre di produzione propria. Il negozio collaborerà con la Cooperativa di Consumo di Pedavena, ai quali soci verrà applicata una scontistica dedicata all'interno del negozio.


LA COOPERATIVA


La cooperativa Valcarne ha attualmente tre punti vendita (Feltre, Busche e Santa Giustina) e conta una trentina di soci distribuiti in tutto il territorio bellunese. Una realtà che ha da poco archiviato il 2021 con un fatturato che sfiora i 3 milioni di euro (2,850 milioni) e oltre 100mila chili di carne conferita, in prevalenza di bovino (90mila chili), di suino (14mila) e parte anche di ovicaprini e polli. Proprio per questi ottimi risultati la cooperativa a premiato il lavoro dei soci allevatori, con un conguaglio che porterà complessivamente a 6 euro al chilogrammo il prezzo medio riconosciuto per la carne di bovino e a 3,90 per quella di suino. Un extra che riconosce l'aumento dei costi intervenuto nel secondo semestre del 2021, relativo non solo ai rincari dei cereali e della soia, ma anche a quelli del gasolio e dell'energia elettrica. Proprio per quest'ottimo risultato, Valcarne ha deciso di premiare i dipendenti. I venti lavoratori della cooperativa di Feltre, storicamente associata a Confagricoltura, si spartiranno infatti un compenso complessivo di 25mila euro che il Consiglio di amministrazione ha deciso di assegnare loro per l'impegno profuso durante un'annata particolarmente difficile, segnata dalla pandemia e dai lockdown. (e.s.)

Ultimo aggiornamento: 5 Giugno, 11:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci