Valanga sotto il rifugio Nuvolau: coppia veneziana travolta. Giulia non ce l'ha fatta è morta nella notte

Mercoledì 11 Gennaio 2023 di Redazione Web
I soccorsi e la vittima Ramelli Giulia e il ferito, Piero Paccagnella

CORTINA -  Non ce l'ha fatta Giulia Ramelli, la veneziana maestra di sci a Cortina, travolta ieri, 11 gennaio, da una valanga. La donna, 34 anni, è morta questa notte all'ospedale di Treviso dove era stata ricoverata dopo essere rimasta sepolta dalla neve. Giulia era in compagnia di un altro veneziano, l'ingegnere Piero Paccagnella, e  stavano salendo con le pelli di foca tra la Gusela e il Nuvolau nel comune di Cortina, nelle vicinanze dell'area sciistica delle 5 Torri, quando una valanga di neve li ha travolti: lui è stato sfiorato dalla massa bianca che lo ha semisepolto e ha dato l'allarme, lei invece è stata centrata in pieno ed è stata trasportata all'ospedale di Treviso in gravissime condizioni. E proprio qui è morta nella notte.

 

Sul posto, al momento della valanga di ieri, era giunto l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore con un'unità cinofila e personale del Soccorso alpino e della Guardia di finanza di Cortina. I soccorritori avevano individuato la donna, rimasta sommersa sotto due metri, e l'hanno liberata dalla neve per poi prestarle le prime cure e caricarla a bordo. L'elicottero era volato all'ospedale di Treviso. Per il secondo sciatore era intervenuto l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano.

Il rischio valanghe 

Il bollettino dell’Agenzia regionale Arpav dava per la giornata di ieri - 11 gennaio - un pericolo di valanghe marcato.

 

Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio, 08:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci