Lunedì 12 Agosto 2019, 22:13

Vacanza gratis sulle Dolomiti ma senza cellulare, pc o tablet: boom di candidature da tutto il mondo

PER APPROFONDIRE: belluno, detox, dolomiti, stress, vacanza
Il rifugio Falier ai piedi della Marmolada dove soggiorneranno i i 5 fortunati per una vacanza detox

di Raffaella Gabrieli

In 19mila, da tutto il mondo, per la vacanza “detox” ai piedi della Marmolada. A tale cifra ammonta il numero di coloro che da ogni continente hanno presentato la propria richiesta a partecipare al concorso proposto dai Comuni dell’Alto Agordino che mette in premio un soggiorno a patto che si sia disposti a rinunciare completamente a cellulari, tablet e computer.

IL CONCORSO Vacanza gratis sulle Dolomiti, ma a un patto: lasciate a casa cellulare e pc /Come candidarsi

Totalmente “sconnessi” i vincitori potranno trascorrere cinque giorni all’insegna solo di loro stessi e della natura circostante. «Il progetto “Recharge in nature - Ricarica in natura” lanciato da Dolomites Maadness e promosso dalle sette Comuni dell’Alto Agordino nel cuore geografico delle Dolomiti - sottolineano gli organizzatori coordinati da Emma Taveri - ha riscosso un grande successo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vacanza gratis sulle Dolomiti ma senza cellulare, pc o tablet: boom di candidature da tutto il mondo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-08-15 10:22:35
ottima iniziativa MA se come spesso succede uno si sente male come va a finire?
2019-08-14 09:15:05
vedrai dove nasconderanno i cellulari
2019-08-13 17:07:11
non so perche' ma ho la sensazione che chi aderisce al concorso fa soltanto bene
2019-08-13 08:15:18
m apensa ti regalano qualcosa per cheè tu non faccia quello che già non dovresti fare, e cioè essere schiavo di queste diavolerie che sono anche inquinanti (produzione, smaltimento, batterie,...)
2019-08-13 17:24:07
Effettivamente. Ma il concorso sarebbe DAVVERO educativo se il premio prevedesse non dico un anno, ma ALMENO 6 mesi in una bella baita di montagna SENZA NESSUNA tecnologia moderna. A contare le pecore