Alvise e le sue Dolomiti alzano lo share: "Un passo dal cielo" batte anche il calcio

Sabato 1 Maggio 2021 di Giuditta Bolzonello
Un passo dal cielo pieno di spettatori, con il baby-attore Alvise

SAN VITO DI CADORE - Un’altra serata da record per la fiction girata lo scorso anno fra Cortina e Cadore: il giovedì sera da quando Rai Uno trasmette “Un passo dal cielo. I guardiani” non c’è concorrenza che tenga. Anche giovedì 29 aprile, in onda la quinta puntata, sono stati ben 4.747.000 gli spettatori pari al 20.2% di share. L’Isola dei famosi, su Canale 5, si è fermata al 16.5%, l’informazione e l’attualità, in onda su Rai Due con “Anni 20” ha fatto appena l’1.7%.

Anche il calcio che sbaraglia sempre è stato battuto; su Tv8 l’incontro di Europa League Manchester United-Roma ha registrato 1.704.000 spettatori con il 7% di share. Insomma lo spettacolo delle Dolomiti continua ad essere il preferito con apprezzamenti che non sono solo di share, i social sono tempestati di commenti positivi, ma anche, e soprattutto, di richieste di informazioni sui luoghi dove le puntate vengono girate. Un successo atteso, un successo confermato dagli ascolti, merito anche dei protagonisti e di quegli attori locali che danno autenticità ai racconti. 
È proprio il caso di dire che Alvise Marascalchi, di Ponte nelle Alpi, ha superato alla grande la prova. Il giovanissimo attore bellunese è entrato in scena giovedì sera come Paolo, un ragazzino educato che vuole semplicemente conoscere la madre. È figlio di Carolina, la consulente ecologica e vegana interpretata da Serena Iansiti. Alvise ha 13 anni, frequenta la seconda alle medie Nievo di Belluno, per girare è stato accompagnato a Cortina e dintorni da papà Ugo o mamma Monica: «Erano tutti disponibili con me, attori e tecnici», ha raccontato Alvise. Sono state giornate interessanti, ma anche impegnative, per il giovanissimo attore che ben si è adattato alla vita sul set. Giovedì sera è entrato nel vivo della vicenda: felpa sul capo ha seguito Carolina lungo la via che scende dal centro di Cortina verso la chiesa della Difesa. Non lo si è potuto vedere fino a quando, raggiunta l’abitazione dove vive anche Vincenzo Nappi, è stato scoperto proprio dal commissario al quale si è presentato come figlio di Carolina. La storia continua tanto quanto la simpatia che Alvise suscita sul pubblico oggi dopo che aveva già incantato i colleghi più blasonati durante le riprese. Ma non è il solo, altri sono i locali protagonisti della serie, giovani e meno giovani tutti entusiasti dell’esperienza. Tornando ad Alvise oltre alla scuola è impegnato anche nello sport e vanta già un suo piccolo curriculum da attore. Successo su successo e non c’è dubbio: aver spostato la serie in Veneto è stata scelta vincente per la Lux Vide che ha già detto che l’esperienza continuerà.
 

Ultimo aggiornamento: 2 Maggio, 09:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA