Raid sacrilego contro la statua della Madonna a Frontal: bruciature e naso spaccato

Lunedì 14 Settembre 2020 di Federica Fant
La statua sfregiata da ignoti vandali, forse per un rito occulto
BORGO VALBELLUNA
Potrebbero essere i resti di un rito esoterico le tracce lasciate sulla madonnina del Monte Frontal, a Trichiana, comune di Borgo Valbelluna, che per l’ennesima volta è finita nel mirino di ignoti vandali. Naso e dita rotte, sulla fronte tre cerchi che sembrano quasi bruciature di sigarette e a terra un simbolo fatto con i sassi e dei rami. Il cerchio con all’interno la croce fatto con i sassi potrebbe voler rappresentare il simbolo alchemico del verderame, che rappresenta la vita manifestata, la vegetazione, la Natura fecondata. Sono tutte ipotesi: l’unica cosa certa è che per la terza volta la madonnina è stata sfregiata e per la terza volta toccherà ai volontari della Pro Loco di Trichiana sistemarla. 

LA SCOPERTA
«I soliti stupidi», denunciava ieri una utente su Facebook nella pagina di “Sei di Trichiana se” con le foto dei resti del raid ai danni della statuetta della madonna che si trova a Frontal. «Il 5 agosto era a posto», hanno scritto alcuni escursionisti. La scoperta dello scempio è stata fatta ieri da G.C. che ha postato le foto. E qualcuno, ricordando che ormai è la terza volta, suggerisce di mettere delle fototrappole. 

IL SIGNIFICATO OCCULTO
«Non sembra un messaggio di satanisti - afferma Giuseppe Bisetto, coordinatore del gruppo di ricerca informazioni socio religiose (Gris) per il Triveneto-. Stando all’ortodossia satanica non risulta essere un simbolo di quelli usati, non è penetrante. Quindi o si tratta di un gruppo satanico che si è staccato e ruota attorno a un leder carismatico e si è inventato questo nuovo linguaggio o si tratta di occultismo, gnosticismo, ufologismo, estoterismo». Anche il periodo non è quello “canonico” per riti satanici. «L’unica data che i satanisti regolari celebrano è il 30 aprile, la nascita chiesa satanica». Al momento quindi quanto fatto alla Madonnina di Frontal resta un mistero. Quel che è certo è che proprio a Trichiana, a Sant’Antonio di Tortal, negli anni passati venne scoperto un gruppo di ragazzini dedito a riti satanici: in quel caso si intervenne subito e giovani tornarono sulla retta via. Quindi resta l’ipotesi di esoterismo, un rito a contatto con la natura. Ma perché infierire così sulla Madonnina? 

I PRECEDENTI 
Era il giugno del 2017 quando la statuetta venne sfregiata. Gli occhi contornati di un trucco pesante, la veste colorata di nero, mentre sul mantello (che è diventato rosso) sono state dipinte fiamme e serpenti. Alla Madonnina è stato messo addosso un mantellino di pelliccia, e le è stato appeso alla spalla un arco. Una scritta sulla base in pietra farebbe propendere per una sorta di “paganizzazione” della Vergine. Prima ancora i soliti ignoti avevano disegnato una serie di 666 sulla statua. In entrambi i casi fu il gruppo della Pro loco di Trichiana a ripulire la sacra statua e a rimetterla a nuovo. Saranno sempre loro probabilmente, anche questa volta, a ridare dignità alla Madonnina di Frontal. © RIPRODUZIONE RISERVATA