Si rompono le corde: alpinisti bloccati a 2.600 metri di altitudine sulle Tre Cime di Lavaredo

Lunedì 3 Ottobre 2022
Si rompono le corde: alpinisti bloccati a 2.600 metri di altitudine sulle Tre Cime di Lavaredo

BELLUNO - Recuperati nella notte due alpinisti bavaresi, rimasti bloccati a 2.600 metri di altitudine sulla Grande delle Tre Cime di Lavaredo, nella zona di Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno.

Nella notte di lunedì 3 ottobre, verso l'una, il Soccorso alpino di Auronzo è stato attivato dalla Centrale del Suem per due tedeschi di 37 e 26 anni, che dicevano di avere rotto le corde al momento di rientrare, dopo essere saliti dalla Via normale, e di non essere più in grado di proseguire. Sei soccorritori si sono portati all'inizio della via, mentre nevischiava e si stava formando una patina ghiacciata sulla roccia, e hanno cominciato la salita, finché non li hanno individuati a circa metà del rientro. I due avevano abbandonato le corde più in alto, tentando di scendere slegati, per poi essere costretti a fermarsi. Dopo averli assicurati, la squadra è ridiscesa velocemente con loro lungo il tracciato per arrivare alle 4.30 al Rifugio Auronzo, dove gli alpinisti avevano la macchina e dove si sono fermati per le ultime ore della notte. I soccorritori sono quindi rientrati. 

Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre, 10:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci