Opere pubbliche: dalla Regione 300mila euro per cinque Comuni

Mercoledì 5 Maggio 2021 di Raffaella Gabrieli
Il campo da calcio di Canale d'Agordo sarà rifatto con il fondo sintetico e potrà essere usato tutto l'anno

La Regione distribuisce 300mila euro a cinque Comuni bellunesi. Dai 137mila euro a Canale d’Agordo ai 21mila euro a Pedavena, l’esecutivo guidato dal governatore Luca Zaia ha assegnato contributi per far fronte alle necessità quotidiane dei cittadini. «Su proposta della collega Elisa De Berti - spiega Gianpaolo Bottacin, assessore veneto ad ambiente, clima, protezione civile e dissesto idrogeologico - è stato approvata dalla giunta l’assegnazione di una parte del finanziamento di vari interventi nei comuni di Canale d’Agordo, Auronzo di Cadore, Feltre, Arsié e Pedavena». 
AGORDINO E CADORE
La Regione Veneto ha assegnato al Comune di Canale d’Agordo 136.620 euro per il rinnovo dell’impianto sportivo di via al Forn: in previsione ci sono la trasformazione del campo di calcio che diventerà in erba sintetica e la sistemazione degli spogliatoi. L’intervento, grazie anche a una quota dei fondi di confine, prevede quindi di mettere mano a questa struttura importante soprattutto per la sua valenza sociale. «Verrà trasformato in sintetico - spiega il sindaco Flavio Colcergnan -, mentre non saranno toccate le dimensioni. Puntiamo sull’illuminazione e appunto sul fondo, così da mettere a disposizione l’area per 365 giorni all’anno a tutti i giovani dell’intera Val Biois». Le strutture con erba sintetica, quindi, in Agordino diventeranno tre: Canale seguirà infatti l’ormai storico campo di Cernadoi di Livinallongo del Col di Lana e quello per il calcio a 7 di Taibon Agordino. Auronzo di Cadore, invece, destinerà i 49.009 euro ricevuti da Palazzo Balbi per la realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione in via Pospizza. 
NEL FELTRINO 
A beneficiare di questa tranche di fondi regionali sono anche tre Comuni del Feltrino. Il capoluogo Feltre fa la parte del leone con 48.760 euro che utilizzerà per l’ampliamento della palestra della scuola secondaria “Gino Rocca” mentre Arsiè impiegherà i 38.400 euro per l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza degli impianti sportivi. Al Comune di Pedavena, infine, sono stati destinati 20.950 euro per la ristrutturazione e il “rinforzo” della rete di pubblica illuminazione delle vie Remuglia e Zanella. «Questo intervento - spiega il sindaco Nicola Castellaz - nasce per dare una risposta a una zona che negli anni ha aumentato la sua residenzialità e che quindi necessita di nuovi servizi. Nell’ottica della partecipazione, a fine 2019 il Comune ha condiviso con i cittadini il progetto e nel bilancio 2020 sono state trovate le necessarie risorse. L’operazione si inserisce in un percorso di potenziamento del sistema di qualità dei servizi per migliorare la vivibilità complessiva del Comune». Oggetto dell’intervento sono due vie che si trovano a sud dell’abitato. «Si tratta di due vie - entra nel merito il primo cittadino - che attualmente sono prive di illuminazione. I residenti avevano chiesto di fare qualcosa in merito e quindi, l’Amministrazione, si è attivata predisponendo la progettazione, ma soprattutto cercando delle linee di finanziamento per coprire l’opera. Ecco quindi che il quartiere sarà dotato di punti luce, rigorosamente a led, affinché si possa avere anche un risparmio energetico». Il Comune ha quindi messo in cantiere un progetto da 83mila euro di cui 50mila euro coperti dal fondo comuni di confine (una parte di risorse destinate ai comuni di seconda fascia, com’è Pedavena) mentre i restanti appunto attraverso il bando regionale a cui ha partecipato. «L’intervento - conclude il sindaco - potrebbe essere realizzato entro l’anno anche se a causa della pandemia i tempi di esecuzione non sono certi. Confido di portare a termine questa partita quanto prima».

 

Ultimo aggiornamento: 07:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA