Campeggio selvaggio sul lago del Sorapis: turisti multati

Sabato 19 Settembre 2020
Campeggio selvaggio sul lago del Sorapis: turisti multati

CORTINA - Sono una quindicina le sanzioni amministrative erogate dai Carabinieri forestali, in una intensa estate di controlli del comportamento degli escursionisti nella zona del lago del Sorapis, a Cortina. È una delle destinazioni più frequentate delle Dolomiti, ancora in questi giorni.

Tuffi proibiti nella Grotta azzurra: si riprendono e mettono il video in rete
 

Multe ai turisti al lago del Sorapis

I militari dell'Arma tracciano intanto un primo bilancio: la stagione estiva che sta volgendo al termine è stata segnata dalla pandemia Covid-19, ma nonostante questo l'afflusso è stato intenso. Del controllo in quell'area si sono occupati i Carabinieri forestali della Stazione di Cortina coadiuvati dai colleghi della stazione forestale di Auronzo in collaborazione con i guardiaparco delle Regole Ampezzane. 

Perché le Dolomiti stanno "crollando": in 4 anni ci sono stati 11 cedimenti


Il totale è di quindici verbali amministrativi conferma una nota dei Carabinieri e sono pochi, considerato l'alto flusso di turisti. Tutte le sanzioni sono derivanti da violazione di norme locali. In particolare, dieci verbali sono stati elevati per campeggio libero, cioè in zone non attrezzate per tale scopo, contravvenendo al Regolamento di polizia urbana. Un verbale deriva dall'accensione di un fuoco, anche in questo caso in violazione del Regolamento di polizia urbana. Un solo verbale è stato elevato per balneazione nelle acque del lago del Sorapis, infrazione all'ordinanza del Comune di Cortina, emessa dal sindaco Gianpietro Ghedina con la finalità di preservare le peculiarità del delicato ecosistema lacustre di alta quota.

 

Vietati i bagni nel lago del Sorapis: sanzioni fino a 500 euro, multato anche un cane

CORTINA D'AMPEZZO - Il lago del Sorapis sarà controllato dai carabinieri forestali della stazione di Cortina e delle località vicine, che potranno elevare sanzioni sino a 500 euro , per chi decide di fare il bagno in quell'incantevole catino azzurro. Due sono già state staccate: una per un bagno e l'altra per un cane lasciato libero.


Il numero assai ridotto delle sanzioni elevate rappresenta un segnale positivo rilevano i Carabinieri che indica sia un buon esito dell'attività di polizia preventiva posta in essere, sia un numero crescente di persone provviste di senso di responsabilità e una sempre maggior consapevolezza che la tutela degli ecosistemi passa sempre più da corretti comportamenti quotidiani di ciascuno. L'attività di controllo è delicata e onerosa, nello sforzo delle istituzioni, ma costituisce un indispensabile baluardo per la tutela degli ecosistemi alpini, sempre più fragili e vulnerabili a causa dei cambiamenti climatici. Il lago Sorapis rientra in una Zona speciale di conservazione, ossia una delle aree ubicate all'interno di Rete Natura 2000, un'articolata rete di siti europei, per la loro importanza legata alla presenza di habitat e specie la cui tutela richiede particolari misure di protezione. (MDib.) 
 

Ultimo aggiornamento: 20 Settembre, 09:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA