Martedì 17 Settembre 2019, 21:28

Turista danese morto alla Tre Cime, la Procura indaga sul soccorso del Suem

Turista danese morto alla Tre Cime, la Procura indaga sul soccorso del Suem

di Olivia Bonetti

Si indaga sulla morte dell’escursionista danese 72enne che lunedì, nel primo pomeriggio, spaventato dai cavalli è morto precipitando dal sentiero sull’anello delle Tre Cime. Ma la Procura sta effettuando accertamenti anche sui tempi con cui il 118 della centrale di Pieve di Cadore ha informato la polizia giudiziaria e quindi la Tenenza della Finanza, competente per i rilievi sulle vette di Auronzo. Per entrambi i filoni non ci sono indagati o ipotesi di reato: sul caso è stato aperto un fascicolo “modello 45”. Ma se la morte del turista Svend Thestrup non sembra ci saranno colpi di scena, è tutta da accertare ancora la questione del ritardo nella comunicazione da parte del Suem 118 al Sagf della Finanza. Un problema, che a dire della Procura, non è la prima volta che si presenta. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Turista danese morto alla Tre Cime, la Procura indaga sul soccorso del Suem
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-09-19 06:12:02
Una telefonata con computer al servizio nonpensoportivia ore.Piuttosto mi chiedo se si indaga anche sulla presenza dei cavalli invedenti il sentiero:avranno avuto un padrone o qualcuno che ne aveva trascurato la custodia benche' selvaggi allo stato brado??.Qulcuno puo'pensare che avere paura di cavallli e'esagerato, ma se scalpitano e scalcianoo non ti fanno passare ...e' umano.
2019-09-19 13:03:00
Agner, tu che porti il nome di una montagna immagino abbia esperienza e capirai bene quello che ti dico...Son riuscita a farmi mandare un collegamento a una mappa, per aver cognizione dei luoghi. non so se il link passera' "tiny.cc/6lbvcz". Mi hanno raccontato che i cavalli, una decina, stavano alla destra del segnaposto bloccati dalla strettoia. Per chi non lo sapesse, una volta, la "cavalleria" era usata per assaltare i "fanti"... Ora immagina una massa di turisti di tutte le eta', in rientro al parcheggio (a destra) che in massa tentavano di oltrepassare l'ostacolo dal di sopra. Quei posti sono piu' frequentati del "Prato della Valle". Immagina il panico e la confusione... Il solo pensiero che i cavalli, data la confusione, potessero imbizzarrirsi mi fa rabbrividire. Per fortuna alcune persone son riuscite a farli retrocedere e allontanare prima che arrivasse l'elicottero...
2019-09-18 16:25:11
M anon ci raccontano che le procure sono subissate di lavoro?
2019-09-18 13:12:47
Peccato che per il soccorso in montagna ci siano molti enti preposti (cnsas-finanza-vvf-altri?) ad effettuare l’intervento e da qui...... nasce il problema....... chi interviene? dove? Come? Classica salsa all’italiana
2019-09-18 17:14:20
Sbagliato: l' ente preposto E' il CNSAS che viene attivato direttamente dal SUEM. Poi il CNSAS provvede a muovere le squadre piú comode che possono essere l' elisoccorso (che dipende dall' ASL) o le squadre a terra costituite da volontari CNSAS o militari SAGF (finanza); allo stesso modo SUEM deve provvedere ad avvisare la PG. Quindi la "catena di comando" mi pare abbastanza chiara.