Operaio morto sul lavoro, niente risarcimento perché non era in regola

Pietro Fanfoni

di Lauredana Marsiglia

SEDICO - Il pianto e la disperazione della madre di Pietro Fanfoni, il 49enne ucciso il 10 aprile 2015 a Villiago colpito da un albero mentre lavorava con altri colleghi, sono risuonati  in tribunale al termine dell'udienza che ha fissato un nuovo rinvio per il processo a carico di Gianvittore Zucco, il 41enne di Fonzaso, accusato di omicidio colposo nella sua veste di titolare dell'impresa presso la quale lavorava Fanfoni.

Si torna in aula a fine novembre, precisamente il 23, per sentire i primi testi. La donna, ormai ottantenne, teme di non avere vita abbastanza. Ma il colpo di scena è arrivato con il pronunciamento del giudice Enrica Marson che ha sollevato dalla responsabilità civile la ditta Slongo Graziano di Santa Giustina. Insomma, anche sul piano di un eventuale risarcimento la strada è tutta in salita, se non sbarrata.  La ditta Zucco, infatti, che aveva avuto in subappalto l'opera dalla Slongo, non aveva copertura assicurativa e Fanfoni non era in regola. Venne assunto solo il giorno dopo il suo decesso.


 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Gennaio 2018, 15:25






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Operaio morto sul lavoro, niente risarcimento perché non era in regola
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2018-01-21 10:43:57
senza assicurazione risponde direttamente il titolare della ditta!...
2018-01-21 10:43:09
Dispiace leggere queste notizie, mi auguro che tutto si concluda nel migliore dei modi. Questo caso come altri, merita alcune domande di natura Politica perché secondo me si tratta sempre di questo: 1-Perché non ci domandiamo che tipo di Legislazione sul Lavoro abbiamo in Italia? Se per caso esistono delle eccezioni? Quando queste Leggi sono entrate in vigore? Quali sono state le Forze politiche che in Parlamento hanno approvato queste Norme? I Giudici hanno il compito solo di applicare le leggi che sono fatte invece dal Parlamento. Un Parlamento, composto da persone serie, oneste, competenti e soprattutto incensurate, studia e predispone le Leggi nell’interesse e per il bene di tutti i Cittadini. Il 4 marzo...
2018-01-21 20:58:29
Caro Amburgo, prima di insistere con questo benedetto 4 marzo, e meno male che hai saltato il famoso blog, io proverei a dare una letta anche al commento qui sotto di Tag4444.
2018-01-23 05:42:32
Gazzettino159797, probabilmente hai ragione anche tu, ma concordando con Amburgo, casi di questo tipo che succedono spesso, e di cui la Politica con le sue leggi, di fatto non affronta efficacemente... e i morti sul lavoro continuano ad essere tanti.
2018-01-21 01:14:59
La ditta e’ in torto e ha compiuto un atto illegale. Non si fanno lavorare persone senza esserne responsabili. Non si apre una compagnia senza pagare i lavoratori. Devono risarcire i danni della vittima e pagare la cauzione per avere trasgredito la legge di avere approfittato e abusato di una persona non in regola.