Scomparso zaino in spalla da mercoledì, mistero sulla sorte di Primo

Martedì 4 Agosto 2020
Primo De Bortoli
Si concentreranno domani, 5 agosto, nella zona di Pian d'Avena, Col Melon, le ricerche di Primo De Bortoli, il cinquantaseienne di Pedavena, di cui non si hanno più notizie dal 29 luglio scorso, quando, zaino in spalla, è uscito a piedi dalla propria abitazione a Pedavena. Un testimone lo ha visto scendere a Pian d'Avena dall'autobus che sale a Croce d'Aune e nella zona di Col Melon la famiglia ha delle proprietà e sarà questa l'area di indagine domani.

Al Soccorso alpino di Feltre, che in questi giorni si è mosso sul terreno di competenza assieme agli altri enti, domani si affiancheranno le Stazioni di Belluno, Prealpi Trevigiane, Pedemontana del Grappa, Longarone, Alpago, con il Centro mobile di coordinamento e unità cinofile di superficie e molecolari. Saranno utilizzati anche i droni. Al momento di uscire di casa Primo - che è alto un metro e 80, magro di corporatura, con capelli castano scuro e occhi verdi - indossava jeans e tshirt, calzava scarponi da montagna e aveva con sé uno zaino mimetico. Chiunque abbia sue informazioni è pregato di contattare i carabinieri.
Ultimo aggiornamento: 18:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA