Sabato 23 Marzo 2019, 21:56

La mani dei cinesi sugli schianti degli alberi: acquisti record... e il prezzo sale

PER APPROFONDIRE: alberi abbattuti, belluno, cinesi, schianti
Al lavoro nei boschi per il taglio degli alberi schiantati

di Lauredana Marsiglia

BELLUNO - Gli effetti della tempesta Vaia, che a fine ottobre ha raso al suolo i boschi del Bellunese, rifocilleranno la fame di materie prime di una Cina in continua espansione. L’attualissima idea di riattivare l’antica “via della seta”, che proprio ieri ha visto la firma di accordi bilaterali tra Governo italiano e il presidente Xi Jinping, sembra trovare un’insolita coincidenza temporale con l’asta di legname andata in porto in queste ore. Il Comune di Belluno è riuscito a piazzare 17mila 500 metri cubi di legname, steso da Vaia sulle alture di Faverghera, ad un prezzo insperato: 26 euro al metro cubo contro i 12 della base d’asta. Per i 6.750 metri cubi di scarti, invece, l’offerta è stata di 8,50 sulla base di 8. In tutto 512mila euro “gonfiati” dall’interesse cinese.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La mani dei cinesi sugli schianti degli alberi: acquisti record... e il prezzo sale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2019-03-26 14:51:08
con il legno del Nevegal faranno: il tek de pin
2019-03-25 20:54:41
Límportante e´ vendere il prodotto, quando e´in esubero come adesso, purtroppo il prezzo e´basso, ma se aspettiamo un anno, lo buttiamo via tutto....
2019-03-25 19:57:43
I cinesi mi ricordano penne con colori tossici sequestrati in passato, giocattoli con sostanze nocive sempre letto sui quotidiani, ma noi? Noi acquistiamo anche l'anima nera.
2019-03-25 08:15:23
hanno pagato molto meno di quanto avrebbero pagato in altri mercati o prima di ottobre 2018 ... adeso la merkel di farà guerra perchè i boscaioli tedeschi rimangono senza mercato ...
2019-03-25 07:02:40
stessa roba per il latte, se vado io a prendermene qualche metro cubo di legno mi dicono di no, nemmeno a 100 volte quel prezzo, ed il latte a km 0, vai a prenderlo dal contadino e costa il doppio che al supermercato, ma il supermercato paga il contadino solo pochi cent quel litro di latte, ma allora che vi posso dire, speriamo nelle tempeste per il legno e nella concorrenza delle latterie straniere per avere il latte a 1 euro al litro. almeno per me.