De Pellegrin, rubato l'oro paralimpico: «Quella medaglia il ricordo più caro»

Il campione paralimpico Oscar De Pellegrin

di Silvano Cavallet

BELLUNO - Rubano di tutto e tanto. I ladri che da tempo stanno spazzando la Valbelluna questa volta hanno però alzato il tiro portando via uno dei simboli più alti dello sport. A Sopracroda, frazione di Belluno, nella notte tra martedì e ieri sono entrati nella casa del campione paralimpico Oscar De Pellegrin razziando la medaglia d'oro di Londra 2012. Un fatto simile a quello accaduto nei giorni scorsi allo schermitore Daniele Garozzo alleggerito dell'oro brasiliano, poi però ritrovato. Il colpo nella notte mentre la famiglia De Pellegrin dormiva. Via con soldi (circa 600 euro), orologi, monili e telefonino ma, soprattutto con il sigillo dorato. «Noi dormivamo - racconta il campione - al piano superiore e, certo, non ci siamo accorti di nulla. Hanno scassinato il cilindro della serratura, sono entrati e hanno fatto man bassa»...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 8 Dicembre 2016, 08:58






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
De Pellegrin, rubato l'oro paralimpico: «Quella medaglia il ricordo più caro»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-05-25 21:09:36
ma perchè? dove speravano di trovarla la medaglia, a new york, rubata da qualche esquimese?
2016-12-08 20:18:50
@luigitreviso condivido al 100%. Queste norme vanno modificate ancor prima della legge elettorale!
2016-12-08 10:14:56
@ donato borgia: non e' un problema di frontiere o di accoglienza! Non e' neppure un problema di controllo del territorio (almeno qui al nord). Il grosso problema italiano nei riguardi della criminalita' comune e' la CERTEZZA DELLA PENA. le pene per reati come scippo o furto sono stati gia' inaspriti piu' volte negli ultimi anni: ma nessuno va mai in galera (a parte i poveracci) perche la Legge prevede che uno e' innocente fino al terzo grado di giudizio (ma la prescrizione BREVE arriva prima). Per lavoro ho modo di parlare con tantissimi lavoratori ed imprenditori rumeni ed albanesi e TUTTI sono scandalizzati per l'impunita' (di fatto) che questa Legge sulla Prescrizione Breve garantisce ai delinquenti nostri e loro, questi ultimi infatti sono tutti (TUTTI) EMIGRATI in Italia! Non sara' un caso che in Romania non esiste quasi piu' la microcriminalita'!
2016-12-08 09:46:30
w l'accoglienza, w l'unione europea, w l'italia senza frontiere, w fratelli IN Italia...
2016-12-08 09:25:19
Di questo pover uomo non scrive nessuno...l'importante è parlare di bene vio che va a fare shopping