Mercoledì 20 Giugno 2018, 21:21

Ragazzina morì nel Boite nel '77 dopo la Corazzin caso riaperto

Rossella Corazzin la ragazza scomparsa nel 1975 da Tai di Cadore ora al centro delle rivelazioni di Angelo Izzo

di Olivia Bonetti

CORTINA «In quegli anni un’altra ragazzina morì in circostanze misteriose: aveva degli amici romani, che frequentavano Cortina». Non ci sarebbe solo il nome in comune, Rossella, nelle due scomparse avvenute a metà degli anni Settanta in Cadore. Potrebbe esserci molto di più. Lo ha sottolineato al procuratore della Repubblica, Paolo Luca, il luogotenente dei carabinieri, oggi in pensione, Silvano Gosetti. Il militare ha indagato a lungo sulla scomparsa di Rossella Corazzin e non si era mai arreso all’idea di non poter arrivare alla verità.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ragazzina morì nel Boite nel '77 dopo la Corazzin caso riaperto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-06-21 16:21:18
Ritengo che ora debba riposare in pace, e non continuare a riaprire casi che non si riescono cmq a risolvere!
2018-06-21 10:34:39
Le morti misteriose, i delitti più atroci della seconda metà del secolo scorso...Che razza di mostri ci sono in giro? Se si tratta dello stesso gruppo, alcuni di loro sono ancora vivi.