Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ritiro estivo di calcio con sorpresa:
il manager non salda il conto all'hotel

Lunedì 30 Novembre 2015 di Olivia Bonetti
Ritiro estivo di calcio con sorpresa: il manager non salda il conto all'hotel
8

SAPPADA - Un ritiro estivo di un’intera squadra di calcio di 15 giorni circa. Quello che di solito dovrebbe essere un "affare" per gli alberghi si è trasformato in un incubo per l’hotel Valgioconda di via Fontana 45 a Sappada, che non è mai stato pagato. Un conto da circa 30mila euro che avrebbe dovuto saldare Giulio Di Palma, 52 anni di Vicenza, consulente servizi di un’azienda vicentina, che ha sempre lavorato nel mondo del calcio. Così lui doveva pagare l’albergo, visto che era titolare della società che aveva instaurato un rapporto di lavoro, una sorta di accordo per uno scambio con la squadra Portogruaro Summaga.

Era l’estate del 2010 e i giocatori del Portogruaro Summaga calcio (squadra della provincia di Venezia) alloggiavano nell’hotel Valgioconda per il ritiro estivo. La titolare dell'hotel, Lea Pontil Scala, aveva anche chiesto un anticipo e poi a metà soggiorno il saldo. Ma non c’è stato verso, Giulio Di Palma, non ha mai pagato: ora è a processo in tribunale a Belluno per l’accusa di insolvenza fraudolenta...



© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci