Rapina in villa terrorizzando anziana presi sei insospettabili operai

Mercoledì 31 Maggio 2017 di Olivia Bonetti
Rapina in villa terrorizzando anziana presi sei insospettabili operai
7
SANTA GIUSTINA - Ladri su commissione sempre a caccia di articoli o attrezzature che venivano ordinati, ma rapinatori occasionali. I sei operai kosovari (4 residenti nel Trevigiano e due a Santa Giustina) avevano deciso di rapinare un'anziana nella sua casa a Santa Giustina. Una scelta che è costata cara alla banda. Sono stati smascherati al termine dei 4 mesi di indagini dei carabinieri della Compagnia di Feltre.

Stando ai gravi indizi di colpevolezza raccolti sarebbero i responsabili dell'assalto nella casa di via Portin avvenuto il 23 gennaio 2017. Il blitz dei militari è scattato la notte tra domenica e lunedì quando l'inchiesta è culminata nelle 8 perquisizioni eseguite alle 3 di notte e 5 ordinanze di misure cautelari per l'accusa di rapina aggravata. Solo 3 sono state eseguite dai carabinieri, perché due stranieri si erano già resi irreperibili. Sono finiti agli arresti domiciliari tra Fonte e San Zenone degli Ezzelini (Tv) gli operai M.Z. 42 anni e F.S. 31 anni (gli inquirenti non hanno diffuso il nome esteso dei responsabili ndr). Obbligo di dimora invece per M.M., 42enne sempre residente a Fonte. Era destinato al carcere B.G., 31enne residente a Santa Giustina attualmente ricercato, che è sparito prima dell'arrivo dei carabinieri. Si è dato alla macchia anche X.M. 39enne di Fonte. Indagato a piede libero infine il giovanissimo E.G., 19enne kosovaro di Santa Giustina, amico dell'anziana vittima. Era lui che andava a farle dei lavoretti in casa: tagliava l'erba in giardino, l'aiutava, salvo poi sparire il giorno dopo la rapina e non passare più.


 
Ultimo aggiornamento: 10:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci