Profugo sale in treno imbottito di marijuana: tradito dal nervosismo

Mercoledì 14 Marzo 2018 di Alessia Trentin
foto di repertorio
11
BELLUNO - Aveva con sé un bagaglio pieno di droga e portava indumenti intimi imbottiti di marijuana. Così B.O., un richiedente asilo di origine nordafricana senza documenti, ha tentato di affrontare un viaggio in treno da Belluno a Calalzo. Una sorta di corriere della droga diretto nella parte alta della provincia e da lì chissà dove. Ma il folle viaggio è stato fermato.

Il suo tentativo di consegnare la merce si è arenato alla stazione ferroviaria di Belluno martedì 6 marzo attorno alle 19.30, quando la Polizia ferroviaria ha fatto irruzione sul treno in procinto di partire per Calalzo creando trambusto nel vagone e facendo fallire i piani dell'uomo. A richiedere l'intervento era stato lo stesso capotreno, messo in difficoltà da un viaggiatore nervoso, che si ostinava ad esprimersi solo in inglese e per di più senza biglietto. ..

   © RIPRODUZIONE RISERVATA