Martedì 29 Ottobre 2019, 20:27

Giulio, 50 anni: «Sono un ex prete sposato, se il Papa mi chiama torno sull'altare»

Giulio Antoniol lungo il Cammino di Santiago di Compostela

di Alessandro Tibolla

Se le cose cambiassero è pronto a tornare. Se l’ipotesi di riaprire le porte dell’altare ai preti sposati, avanzata da Papa Francesco nel corso del Sinodo per l’Amazzonia, avesse un seguito reale, Giulio Antoniol 50enne originario di Lamon, ex arciprete del Duomo di Feltre, ora sposato e papà già da una decina di anni, sarebbe pronto a riindossare lo tonaca. Un’ipotesi che potrebbe avvenire in un futuro non ancora definito visto che per vedere i sacerdoti con famiglia al seguito con ogni probabilità ci vorrà ancora tempo e non si nemmeno se la svolta ci sarà mai. Nell’animo di Giulio Antoniol, ritornato laico a settembre del 2009, che attualmente gestisce la tabaccheria edicola Le Torri di via Vignigole a Feltre, il desiderio di poter coniugare l’amore per la famiglia con quello per Dio rimettendosi al servizio della comunità come religioso, è veramente forte.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Giulio, 50 anni: «Sono un ex prete sposato, se il Papa mi chiama torno sull'altare»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2019-10-31 12:42:52
Nostalgia del posto fisso?:))
2019-10-31 03:01:04
Mentre uscivano dal recente sinodo, un paio di vescovi stavano ancora discutendo tra di loro sul tema del dibattito. Uno dei due diceva: "Ma secondo te, vivremo abbastanza per vedere dei preti sposati?" E l'altro: "Noi forse no, ma i nostri figli si'".
2019-10-31 12:18:17
Una variante era: Al prossimo concilio i vescovi porteranno le loro mogli, a quello dopo anche i loro mariti (inteso come vescovi e vescove)
2019-10-31 02:39:19
Beh, ma in fondo ha smesso di fare il prete per fare il missionario.
2019-10-30 19:39:56
se va in amazzonia lo accontentano subito.