Prete trovato agonizzante dal vescovo, è morto don Giuseppe Bortolas

Venerdì 9 Aprile 2021 di Redazione Web
Prete trovato agonizzante dal vescovo, è morto oggi don Giuseppe Bortolas

BELLUNO - Morto don Giuseppe Bortolas, il prete di Venas, Cibiana e Valle di Cadore trovato agonizzante ieri dal vescovo monsignor Renato Marangoni: doveva presentarsi a messa ma nessuno lo aveva visto. Il sacerdote era stato colpito da un'emorragia cerebrale, era in condizioni gravissime e non ce l'ha fatta, è spirato stamani alle nove. 

Chi era don Giuseppe Bortolas

Bortolas era nato a Cesiomaggiore, l'11 settembre 1953, figlio di Bruno e Susanna Paniz. Dopo gli anni di formazione nei seminari diocesani, era stato ordinato prete nella chiesa della sua parrocchia il 28 giugno 1980. Visse la sua prima esperienza di ministero come vicario parrocchiale nella parrocchia di Pedavena, dal 1980 al 1985; poi a Cesiomaggiore dal 1985 al 1986. Fu parroco di Pez dal 1986 al 1989, periodo nel quale fu anche consulente ecclesiastico del Centro Sportivo Italiano di Feltre (1987-1989). Dal 1989 al 1993 collaborò nella parrocchia di Boscariz a Feltre e nella parrocchia di Zermen. Dal 1993 al 1998 fu parroco a Zorzoi; dal 1998 al 2006 a Facen e dal 1999 al 2006 anche a Norcen, in comune di Pedavena. Nel 2006 divenne parroco “in solido” insieme a don Francesco Cassol nelle parrocchie di Longarone, Igne e Ospitale. Dal 2011 al 2014 fu parroco di Cencenighe e San Tomaso. Fu poi cooperatore ad Auronzo e Costalta (2014-2017). Per due anni operò nella parrocchia di Visome (2017-2019) . Dall’ottobre 2019 era parroco di Cibiana, Venas e Valle di Cadore.

 

 

Ultimo aggiornamento: 10 Aprile, 08:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA