Branco di lupi assale e sbrana pecore ai piedi della Marmolada

PER APPROFONDIRE: belluno, lupi, lupo, pecore, rocca pietore, sbranate
Branco di lupi assale e sbrana pecore ai piedi della Marmolada

di Dario Fontanive

 Cinque pecore l'altra notte sono state sbranate da un branco di lupi in val D'Arei ai piedi della Marmolada, in comune di Rocca Pietore. I rilievi effettuati sul posto e le tracce inducono a pensare che ad agire sia stato un branco di quattro esemplari. Sono riusciti ad entrare nel recinto e hanno ucciso e sbranato una pecora con i due agnellini che aveva da poco partorito. Altre due pecore dalla paura si sono soffocate cercando di sfuggire rimanendo intrappolate nella rete del recinto. Mentre, nei giorni scorsi, un'altra pecora è stata spaventata dalla presenza dei lupi cadendo nel vicino dirupo. Insomma una strage.
Una presenza, quella del lupo, ormai registrata molte volte nel territorio di Rocca Pietore, in Alto Agordino, dove le segnalazioni della sua presenza sono state molteplici tra le quali anche una tra le case di Bosco Verde. Una brutta avventura anche per Emanuele Dal Molin, pastore originario di Lentiai, che attualmente si trova nella zona della Val D'Arei con un gregge di circa mille e cinquecento pecore. Con lui sua moglie e un aiutante che per tutta l'estate pascolano i crinali erbosi delle montagne di Rocca. «Ormai è consuetudine visto anche i precedenti che ogni sera io recinto tutto il gregge considerato che la zona che io pascolo - spiega Emanuele - va dai monti di Laste, faccio poi Rocca, Malga Ciapela e il Fedaja il Padon e Mont da Laste. Purtroppo- racconta Emanuele- l'anno scorso a Tabià Palazza i lupi me ne hanno uccise dodici di pecore». Emanuele è sicuro che sia stato un branco che l'altra sera ha attaccato il suo gregge in quanto la pecora che hanno sbranato, quella che aveva appena partorito, pesava viva circa un quintale e da mortan erano rimasti 50 chili di carne. «La pecora, come l'ho trovata, - prosegue - era stata completamente spolpata, non era rimasto nemmeno mezzo chilo di carne quindi non è possibile che sia stato un solo lupo a mangiarsi mezzo quintale di carne, sicuramente erano in quattro o forse di più».
Questa mattina ci dovrebbe essere il sopralluogo della guardia comunale di Rocca, dei veterinari dell'Usl e dei carabinieri Forestali. La perdita dei capi dovrebbe essere indennizzata, ma anche qui come sottolinea Emanuele c'è sempre un lungaggine burocratica da sostenere.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 8 Settembre 2019, 05:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Branco di lupi assale e sbrana pecore ai piedi della Marmolada
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 29 commenti presenti
2019-09-11 21:28:19
... ogni vivente nasce uguale di fronte alla vita e ha gli stessi diritti all'esistenza.. si dirà quindi pure la pecora, ebbene si.. ma essendo la pecora in qualche modo dipendente dall'uomo è questi che ne deve essere un custode responsabile ed attento.. ps.. gli ometti ( 8 miliardi ) hanno i supermercati, gli animali quella poca terra loro non ancora rubata, sempre più povera, sporca e malandata.. si sia consapevoli di ciò e solo allora si potrà trovare una soluzione equilibrata e rispettosa.. la terra è di tutti i viventi, belli e brutti, sporchi e cattivi.. per la natura tutti sono uguali e utili allo stesso modo..
2019-09-10 22:56:21
In pratica, invece elimimare il problema, devo essere io a munirmi di un sistema che il lupo non mangi i mei capi...
2019-09-10 09:37:25
cari pastori basta piangervi addosso, e munitevi di recinti elettrici anti lupo e di cani anti lupo come fanno negli Stati Uniti, nei paesi dell' est, e anche qui in Italia negli Abruzzi.
2019-09-11 09:08:06
non penso che nei paesi dell'est elettrifichino le recinzioni, li sparano, non hanno di sicuro gli ambientalisti!!!
2019-09-09 09:24:38
Mio padre fece un pollaio con una rete alta 2 m con pale in cemento mentre mio zio fece il pollaio con una rete alta 1.2 metri con pali di legno non molto robusti. Scappò il cane del vicino. Mio zio perse tutte le galline mio padre zero perdite. Se tanto mi da tanto...