«La ricarica Poste Pay non funziona»: con questo metodo gli spillano 5mila euro

Venerdì 3 Gennaio 2020
La caserma dei carabinieri di Gosaldo in Agordino

GOSALDO (BELLUNO) - I carabinieri della stazione di Gosaldo, a conclusione delle indagini, hanno denunciato 4 persone tutte originarie di Reggio Calabria responsabili di truffa on line e ricettazione. La vittima di 67 anni dell'agordino dopo aver visionato un annuncio su un famoso sito riguardante la vendita di un mezzo agricolo ha effettuato una ricarica su una carta post pay di 2.500 euro per poi essere ricontattato dai truffatori per effettuare una nuova ricarica in quanto la prima non era andata a buon fine (cosa non vera). Quindi nell'arco di 4 giorni ha versato la somma totale di 5mila euro. Immediatamente dopo la somma è stata versata su un ulteriore conto. I carabinieri sono riusciti a rintracciare mediante tabulati telefonici, intestatari di carte di credito i responsabili.

Truffa delle telefonate mute che rubano il credito: attenzione al prefisso pericoloso dalla Tunisia

Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio, 09:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA