Cammina lungo la strada: travolto
e ucciso da un'auto a 36 anni

Cammina lungo la strada: travolto  ​e ucciso da un'auto a 36 anni
FONZASO - Sono tutte da chiarire le circostanze dell'investimento avvenuto ieri sera sulla Fenadora-Anzu' in comune di Seren. Un incidente che ha causato la morte di Andrea Prenot, 36 anni di Seren del Grappa che verso le 21.20 stava camminando verso casa. E' deceduto poco dopo all'ospedale di Feltre per le ferite riportate dopo essere stato investito da una Ford Fiesta. Al volante un giovane di Pordenone che ha subito chiamato il 112 e prestato soccorso.

L'auto non ha riportato grossi danni, segno che probabilmente viaggiava nei limiti consentiti e i carabinieri della Compagnia di Feltre escludono, al momento, l'ipotesi di omicidio stradale. La salma di Andrea Prenot e' a disposizione della magistratura nell'obitorio di Feltre. Lunedi' verra' effettuata l'ispezione cadaverica per chiarire le cause del sinistro. Non si esclude nemmeno l'ipotesi di un gesto volontario.

Su quella strada a scorrimento veloce, scarsamente illuminata, non transitano solitamente pedoni. In realta' pero' esattamente un anno fa su quell'arteria in prossimita' di Feltre venne investito un ragazzino di Lamon che stava camminando verso casa e che rimase gravemente ferito.  Sconvolta stamani la comunita' di Seren dove Andrea viveva con i genitori pensionai nella frazione di Rasai. Difficile per alcuni persino trovare la forza i cantare nella funzione in chiesa ove si e' diffusa la notizia.  "Dispiace - dice il sindaco di Seren del Grappa, Dario Scopel - a tutta la comunita' e personalmente mi ha scioccato la notizia. L'unica cosa che posso dire e' siamo vicini alla famiglia perche' il momento e' tragico".
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 1 Maggio 2016, 10:31






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cammina lungo la strada: travolto
e ucciso da un'auto a 36 anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2016-05-02 20:18:26
A volte quando leggo certi commenti, mi assale un tale nervosismo che fatico ad astenermi da rispondere come converrebbe. Polemiche su come possa essere accaduto, insegnamenti comportamentali che sempre additano un colpevole. Nessuno invece che abbia letto con attenzione, SOFFERMANDOSI su questa frase "Non si esclude nemmeno l'ipotesi di un gesto volontario". Tra l'altro riportata in grassetto. Sembra infatti che il povero Andrea, esasperato da una esistenza difficile, abbia voluto farla finita. E' quanto sarebbe emerso da alcune righe lasciate poco prima. Le mie condoglianze alla famiglia, per questa dolorosa scomparsa e che il povero Andrea possa trovare la pace e la serenità che gli è stata preclusa su questa terra.
2016-05-02 08:27:04
a dire il vero, da come si comportano, sono anche pochi i pedoni che vengono investiti.
2016-05-01 14:01:06
@AnonimoVeneziano: non e' un "penso". E' l'Art.190 c.1 del CdS!
2016-05-01 10:58:23
C'e' un motivo per cui bisogna camminare a sinistra. Ma vallo a spiegare a chi ha sempre ragione a prescindere!
2016-05-01 10:43:15
...penso che per un pedone sia piu' sicuro camminare sulla sinistra ..almeno può vedere il mezzo che gli viene incontro . Altrimenti , buio , senza alcun riferimento visivo possono succedere questi inconvenienti . Spiace però .