Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

In Duomo l'addio a Monestier, attesi al funerale nomi di spicco del giornalismo

Giovedì 4 Agosto 2022
Omar Monestier

BELLUNO - Saranno celebrati oggi, giovedì 4 agosto, alle ore 15, nel Duomo-Cattedrale di Belluno, i funerali di Omar Monestier, direttore de Il Messaggero Veneto e Il Piccolo, scomparso all'età di 57 anni nella prima mattinata di lunedì primo agosto. Nel rendere nota la data delle esequie, la moglie Sara Casol, i figli Benedetta, Tommaso, Giovanni e Giulio, la mamma e gli altri familiari hanno voluto esprimere «un ringraziamento a tutti coloro che in questo momento di grande dolore ci hanno testimoniato vicinanza, affetto e stima».

Nato a Belluno il 23 settembre 1964, Monestier viveva a Moruzzo (Udine), ma da quando aveva assunto la doppia carica si alternava tra Trieste e Udine. Aveva iniziato la sua carriera giornalistica come collaboratore del Gazzettino sotto la direzione di Giorgio Lago e fu anche redattore a Il Gazzettino di Belluno. Ma sono tanti i ruoli che ha ricoperto nel corso della ricca carriera, in cui ha diretto varie testate del Gruppo Gedi. Attesi oggi in città numerosi politici e esponenti di spicco del mondo del giornalismo e dell'editoria che non mancheranno per l'ultimo saluto alla penna bellunese. «Ci ha lasciato prematuramente, in punta di piedi, un grande bellunese, un veneto Doc, un giornalista stimato in Veneto, ma anche in altre regioni d'Italia, in cui ha lasciato la sua impronta indelebile come il Friuli e il Trentino - aveva detto dopo la tragedia il presidente della Regione Veneto Luca Zaia - Monestier ha lasciato il segno laddove è stato chiamato a scrivere: al Gazzettino sotto la direzione di Giorgio Lago, al Mattino di Padova come vicedirettore, alla Tribuna di Treviso e al Corriere delle Alpi di Belluno, la sua terra natia, come direttore. La sua esperienza, la sua carriera giornalistica, ha percorso le strade venete per approdare in Friuli e in Trentino».

Video

Ultimo aggiornamento: 20:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci