I No green pass riempiono la piazza. E arriva Puzzer leader dei portuali

Domenica 24 Ottobre 2021
I No green pass riempiono la piazza. E arriva Puzzer leader dei portuali

BELLUNO - «Andiamo avanti nella battaglia finché l'obiettivo non sarà raggiunto, ma la protesta sia pacifica». È questo l'appello lanciato dal palco di piazza Duomo, ieri sera, da Stefano Puzzer, leader della protesta dei portuali di Trieste e del Coordinamento 15 ottobre. Il lavoratore, che dal 15 ottobre con i colleghi ha avviato una forma di dissenso pacifico contro il green pass, era a Belluno. È intervenuto nell'ambito dell'evento che si è tenuto in piazza Duomo, denominato Trieste chiama Belluno risponde. Manifestazione pacifica. 


LA FOLLA

Erano quasi 800 le persone, secondo i dati della Questura, che non hanno voluto mancare e in molti hanno rimbalzato sui social le parole del loro leader, emozionati per la sua partecipazione. Puzzer è arrivato intorno alle 19, quando ha fatto il suo discorso, poche parole, tre minuti al massimo. Era reduce dall'incontro con il ministro triestino dell'Agricoltura Stefano Patuanelli, a cui i portuali hanno manifestato le loro richieste. «Ci aspettiamo le risposte martedì», ha fatto sapere al popolo bellunese no green pass ieri il portuale, che emozionato per la grande partecipazione ha proseguito: «Io posso solo ringraziarvi e dirvi che è un dovere batterci per i nostri diritti e per la nostra Costituzione e che è ora che cominciamo a parlare tra di noi, propri come si faceva una volta. Dobbiamo andare avanti fino a quando l'obiettivo sarà raggiunto». Poi è sceso dal palco e ha stretto mani alle persone che lo salutavano. Le parole di Puzzer sono poi rimbalzate sui social di tanti bellunesi.


LA SICUREZZA

La manifestazione è proseguita fino a mezzanotte, come era stato richiesto nell'autorizzazione di pubblica sicurezza. C'erano decine gli agenti in piazza per il controllo dell'ordine e della sicurezza. Tutto si è svolto senza problemi. Gli stessi manifestanti hanno ringraziato la polizia per la presenza e rivolto alle forze dell'ordine un applauso. «Gli organizzatori - era stato spiegato - approvano e seguono le indicazioni del neonato Coordinamento 15 ottobre che ha annullato gli eventi in programma a Trieste, invitando invece a continuare le manifestazioni nelle proprie piazze, sempre in modo pacifico, apartitico e sereno».

Ultimo aggiornamento: 09:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA