Neve sulle Dolomiti, a Cortina 2 gradi. E arriva il freddo anche in pianura Foto

Sabato 26 Settembre 2020
IMMAGINE DA www.dolomiti.org

Maltempo in Veneto, la situazione di oggi. Assaggio d'inverno sulle montagna della nostra regione, con la neve che stanotte ha fatto la comparsa a Cortina e in modo più consistente sui passi dolomitici.
 

Neve oggi sulle Dolomiti

Alcuni centimetri lo spessore sui valichi, come il Falzarego, e termometro sotto lo zero. Le cime della conca ampezzana appaiono tutte imbiancate, conseguenza dell'irruzione fredda che ha accompagnato il maltempo di ieri in Veneto.

Freddo vero in montagna: Cortina ha registrato 2 gradi, valori di 4-5 gradi sotto lo zero in quota. Niente neve ma una forte grandinata sull'Altopiano di Asiago.

Gli allevatori - spiega Coldiretti - non si sono fatti prendere alla sprovvista dalla svolta autunnale, e nelle zone di montagna dove oggi è arrivata la neve avevano già provveduto per tempo alla transumanza del bestiame , liberando le malghe e rientrando nelle aziende agricole. 
 

 

Freddo in pianura: le temperature

Anche nelle città di pianura il cambio termico è stato repentino: le minime sono scese vicino ai 10 gradi, per quello che è il primo episodio freddo della nuova stagione. 

 

Maltempo, i danni in Veneto

Malghe e pascoli abbandonati in tutta fretta con il bestiame per l'arrivo della neve sulle Dolomiti fino a Cortina ma lungo la Penisola il maltempo ha sradicato lesionato edifici rurali, sradicato piante, divelto serre, allagato campi e stalle, spogliato uliveti e vigneti, rovinato frutta e ortaggi e distrutto coltivazioni di riso in piena raccolta con il lavoro di un intero anno andato perduto nelle aziende agricole con milioni di danni. È questo il bilancio della Coldiretti che ha tracciato la prima mappa degli effetti dell'ultima ondata di maltempo in un mese di settembre segnato da una media di oltre 3 tempeste al giorno lungo la Penisola tra nubifragi, tornado, bombe d'acqua, grandinate, vento forte e addirittura l'arrivo della neve sulle montagne, secondo le elaborazioni su dati dell'European Severe Weather Database (Eswd).

Il maltempo ha colpito a macchia di leopardo da nord a sud del Paese con manifestazioni violente che, sottolinea la Coldiretti, hanno devastato le campagne dove è in peno svolgimento la vendemmia ma anche la raccolta di mele, pere e sta iniziando quella delle olive e del riso che ha subito un violento nubifragio con bombe d'acqua, vento e grandine proprio tra Pavia e Novara dove si produce oltre la metà della produzione Made in Italy. Ma danni si contano lungo tutto lo stivale dal Piemonte dove i viticoltori hanno deciso di anticipare la vendemmia dei Nebbioli alla Lombardia con campi di mais distrutti e stalle e fienili allagati mentre in Veneto un fortunale, precisa la Coldiretti, si è abbattuto sulle coltivazioni di kiwi e sull'uva non ancora vendemmiata mentre chicchi di ghiaccio grandi come noci hanno distrutto gli ortaggi nei campi.

 

Maltempo, albero crolla mentre i ragazzi festeggiano la laurea nel parco: due feriti

PADOVA - Maltempo, tragedia sfiorata per un soffio al parco dei faggi nel quartiere Voltabarozzo a Padova questo pomeriggio: a causa del forte vento un grosso albero si è abbattuto a terra, proprio nell'area dove alcuni ragazzi stavano festeggiando una laurea. Due dei giovani sono rimasti feriti.

Ultimo aggiornamento: 14:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA