Si rompe un tubo dell'acqua: il paese rimane a secco per ore

Sabato 18 Luglio 2020 di Federica Fant
Si rompe un tubo dell'acqua: il paese rimane a secco per ore

BORGO VALBELLUNA - Si rompe un tubo dell'acqua a Morgan, riparato dal Bim Gsp poche ore dopo. Su quell'acquedotto, piuttosto grosso e parecchio datato, il Bim interviene, ogni anno, con 300 mila euro. Alcuni disagi ieri mattina in una parte di Trichiana, a Borgo Valbelluna. Nella frazione di Morgan, infatti, una tubazione dell'acquedotto è scoppiata sotto il peso degli anni. A segnalare la rottura un gruppo di residenti che ha notato un enorme spruzzo di acqua che saliva al cielo in una zona di cespugli e alberi. 

FORNITURA INTERROTTA
Poco dopo il comune di Borgo Valbelluna ha avvisato, come ha potuto, i residenti della zona. «A causa di una rottura alla rete idrica in località Morgan ha spiegato l'assessore Simone Deola -, le zone sotto il municipio sono rimaste senz'acqua per ore. Meno problemi ci sono stati nella parte alta dove, soprattutto per rifornire le stalle, sono state fatte arrivare le autobotti. La situazione è rientrata verso mezzogiorno quando il guasto è stato riparato. Poi nel giro di un paio d'ore la rete è ritornata in pressione».
Sul posto hanno operato i tecnici di Bim Gsp e la ditta incaricata all'escavazione. Presenti anche i vigili del fuoco di Belluno. Sul posto anche i rappresentanti dell'amministrazione comunale che continua vigilare sulla situazione. 

GUASTO RIPARATO
Effettivamente, sono passate solo poche ore e il guasto è stato riparato. Poco dopo l'una, infatti, il comune ha fatto sapere che, come aveva avvisato il Bim Gsp, «il guasto alla rete idrica in località Morgan è stato riparato». Fatto salvo ulteriori problematiche, la situazione è rientrata abbastanza in fretta, nel giro di qualche ora: il tempo necessario per la ricarica della rete. «Si ringraziano i tecnici di Bim Gsp e tutte le maestranze intervenute», ha dichiarato il sindaco Stefano Cesa. L'acquedotto che serve quella zona è piuttosto grosso e datato, si pensi che, ogni anno, Bim Gsp interviene per sostituzioni, con circa 300 mila euro di interventi a titolo di manutenzione. Per fortuna che l'area è dotata di vasche che possono far fronte alle emergenze. D'altra parte la vetustà degli acquedotti nel Bellunese è un tema sempre di grande attualità, benchè il Bim Gsp cerchi di programmare lo svecchiamento il più possibile. Basti sapere che, nel corso del 2019, sono state realizzate opere per 10 milioni di euro, che portano il totale degli investimenti degli ultimi sette anni a 50 milioni di euro, con una media per abitante di 50 euro annui (dai 22 euro del 2014) che soddisfa le disposizioni dell'Authority, attenta a che i gestori italiani investano più in nuove opere e meno in spese correnti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA