Ubriaco sul Cherokee, un disastro: centra bus e auto, arrestato moldavo

PER APPROFONDIRE: feltre, incidente stradale, moldavo, ubriaco
Ubriaco sul Cherokee, arrestato il moldavo che ha centrato un bus e una Punto
FELTRE - Si è concluso con l'arresto del pilota il maxi-incidente accaduto mercoledì 119 settembredi  mattina, verso le 7.30, sulla Panoramica di Feltre. Il conducente del Grand Cherokee impazzito, A.B., 33 anni, moldavo, residente a Feltre, è finito in manette per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Non contento di aver centrato prima un autobus, poi la vettura che seguiva, finendo poi la corsa dopo aver buttato giù diversi metri di guard-rail, se l'è pure presa con i carabinieri che volevano sottoporlo all'alcoltest. Non ci sono riusciti. Si è rifiutato di soffiare, probabilmente ben sapendo quale avrebbe potuto essere il risultato. Non ha nemmeno voluto farsi medicare sul posto e tanto meno essere ricoverato. Lo stato di alterazione era palese: occhi lucidi, parlata sgangherata, instabilità nella camminata, alito alcolico e aggressività. «Vi faccio vedere io, la macchina non si tocca, io va via con la mia macchina, bastardi, figli di puttana, vi ammazzo», così il giovane operaio si sarebbe rivolto ai militari osteggiando il loro lavoro di rilevazione del sinistro. Alla fine è scattato l'arresto e quindi la denuncia per aver rifiutato di sottoporsi all'alcoltest.

  L'arresto in flagranza è stato convalidato ieri in camera di consiglio, dove il difensore d'ufficio, l'avvocato Luca Dalle Mule del foro di Belluno, ha concordato un patteggiamento con il pubblico ministero: 6 mesi di reclusione con sospensione condizionale per i reati di oltraggio e resistenza e 6 mesi di arresto e 1400 euro di ammenda per il rifiuto del test alcolemico, con la richiesta di convertire la pena pecuniaria in lavori socialmente utili. Il giudice ha rinviato l'udienza per deliberare la pena concordata. Nel frattempo, dopo una notte al fresco, il giovane è stato rilasciato. Per le lesioni provocati all'autista del bus e a quello dell'altra auto, si procederà solo se le vittime sporgeranno querela. NESSUNA FRENATA Le cause del sinistro, che ha portato alla chiusura della Panoramica per oltre due ore, sarebbero da addebitare interamente al moldavo. La sua Jeep, nell'affrontare una curva in salita, ha perso il controllo finendo contro la corriera della Dolomitibus che arrivava in senso inverso, in direzione della stazione di Feltre. La Jeep ha centrato in modo latero-frontale il bus per poi sfondarne l'intera fiancata sulla quale ha perso anche una ruota. L'urto lo ha ributtato sulla sua carreggiata dove è finito contro la parete di roccia che a sua volta l'ha rispedito sulla carreggiata opposta dove ha centrato la vettura che seguiva il bus, una Opel Tigra. Infine ha fatto fuori più metri di guard-rail. Se non ci fosse stato prima il bus per il conducente della Opel poteva essere una tragedia vista la potenza dell'impatto. A terra non è stato trovato nemmeno un segno di frenata. Lauredana Marsiglia
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 21 Settembre 2018, 13:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ubriaco sul Cherokee, un disastro: centra bus e auto, arrestato moldavo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2018-09-23 22:21:37
E rispedirlo nel suo grande paese di origine no vero? Non si puo'. Dobbiamo tenerceli tutti qua i migliori!
2018-09-22 17:52:14
Se avesse soffiato, oltre a quanto patteggiato, ci sarebbe stata anche la confisca del veicolo. Furbo l'extra europeo. Comunque dovrebbe risarcire anche gli agenti insultati, e farsi, a sue spese, tutta la galera patteggiata. La pena dev'essere rieducativa, dice la Costituzione, ma se te ne fai un baffo, che rieducazione è?
2018-09-22 08:16:34
Al suo paese solo per aver bevuto e provocato incidente si farebbe un paio d'anni in gattabuia, per resistenza e oltraggio come minimo un paio di ossa rotte e altro paio di anni ai piombi.... e si! li la legge e le Forze dell'Ordine vanno rispettate qui si sentono invincibili e intoccabili grazie a queste leggi/pene ridicole.-
2018-09-21 18:18:28
macchinone per far vedere agli amici in patria che in Italia che cose ti vanno bene.
2018-09-21 17:32:26
Il moldavo deve anche spiegare il possesso del Cherokee? Un operaio non si puo' permettere un Cherokee. Mi meraviglio che il giudice non abbia stabilito che questo moldavo del piffero non debba essere espulso a casa sua, visto che qui da noi e' un ospite indesiderato. Ma questa e' la legge che ha fatto il PD.