Domenica 9 Settembre 2018, 21:32

Dalla Russia torna il piastrino del milite disperso Felice Zanin

Da sinistra il sindaco Paolo Perenzin, la figlia Delfina Zanin, il vicepresidente dell'Ana Feltre Carlo Balestra

di Daniele Mammani

«Vi ringrazio di cuore. Grazie Alpini, grazie». Queste sono le parole pronunciate, con la voce rotta dall’emozione, da Delfina Zanin appena riabbracciato suo padre, Felice Zanin, disperso in Russia. Un abbraccio simbolico perché si tratta del piastrino che l’alpino di Farra di Feltre aveva con sè durante la Campagna di Russia da dove non tornò mai più. Per una bambina di pochi anni che vede partire il padre per poi non saperne più nulla quel piastrino riporta alla mente il calore e l’amore di un padre per la propria figlia. Nella tarda mattinata di ieri, nella chiesa di Farra, sono state molte le emozioni che hanno coinvolto i presenti durante la cerimonia religiosa per il 60° anniversario della nascita del Gruppo alpini Farra.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dalla Russia torna il piastrino del milite disperso Felice Zanin
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-09-10 14:13:12
Volontario o non, siano sempre onorati i nostri soldati caduti, quello che mai faranno i sinistri.