Ad Alleghe paura per il lago, in Alpago Schiucaz evacuato, a Cesana il Piave al limite

PER APPROFONDIRE: allegne, belluno, cesana, maltempo
Il PIave a Cesana
BELLUNO - Gli aggiornamenti maltempo nel Bellunese, alle 19 di oggi, 17 novembre, non sono buoni, anche se l'allerta è passata da rossa a arancione. Schiucaz, il paesino dell'Alpago minacciato da una frana è stato evacuato: è la seconda volta che gli abitanti devono lasciare le loro case, dopo l'emergenza di maggio.

Il lago di Alleghe è prossimo a esondare: sul posto i vigili del fuoco che sono pronti a evacuare 10 case, interessati anche due alberghi, ma in questa stagione però sono chiusi. La decisione del sindaco è attesa a momenti. Sorvegliato speciale anche il Piave, che viaggiava a Busche con una portata di 1400 metri cubi al secondo. A rischio la zona di Cesana (Borgo Valbelluna-Feltrino): anche in questo caso è "allerta 3" e potrebbe essere necessaria l'evacuazione.

Queste sono i due punti più critici. Ma sono circa 200 gli interventi, tra protezione civile, pompieri e tecnici di vari gestori, in corso nel Bellunese, come emerge dalla Centro coordinamento soccorsi allestito in Prefettura.
Già evacuate una famiglia a Costalissoio di Santo Stefano, dove una frana ha interessato la sp 30 e una perosona a Mas di Vallada Agordina. 

A Belluno paura per il Piave a Lambioi, che in questi minuti (ore 17.15) sta esondando a Lambioi Beach. Il sindaco Massaro ha annunciato la possibile chiusura del ponte Bailey. Chiusa via Miari per uno smottamento.

Il Cordevole fa paura a Sedico, dove minaccia non solo la regionale 203 Agorina, a Candaten, ma anche un tratto d'acquedotto. In corso il sopralluogo del sindaco Deon. Una nota di Veneto Strade diffusa alle 17.50 informa che l'Agordina è a senso unico alternato dalla progressiva km 11+100 al km 11+300 (località Cordevole) per dilavamento scarpata ;

A Borca di Cadore, nella zona della ex stazione ferroviaria una casa minacciata da una frana: anche in questo caso è in corso, l'evacuazione dei residenti, una famiglia

LA GIORNATA
Fulmine si schianta sulla condotta del gas: incendio a Belluno. Piante giù in Valdenogher. Arabba senza copertura telefonica. Torrenti esondati
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 17 Novembre 2019, 16:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ad Alleghe paura per il lago, in Alpago Schiucaz evacuato, a Cesana il Piave al limite
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-11-17 19:53:15
Ma per le piante ed i quintali di terra lungo il corso del Piave o accatastatecontro le arcate dei ponti, i fenomeni regionali non pensano di farle rimuovere e abbassare il letto del fiume.?????
2019-11-17 18:37:44
ho costeggiato poco fa il piave da pederobba fino a busche e tutto mi pareva fuorchè in piena pericolosa. c'era abbondanza di acqua ma parlare di piena mi sembra esagerato.
2019-11-18 10:31:03
probabilmente stavi tornando a casa dopo una notte sulla pontebbana. Il pericolo è a monte del ponte di busche
2019-11-17 17:49:47
bisogna riportare laghi, fiume piave, torrenti, alle loro funzioni vitali, dunque, svuotandoli dal materiale accumulato negli ultimi trentanni. Anche per non vedere piu personaggi come bottacin inaugurare nuovi ridicoli muri