Luxottica, banca ore parentale per i genitori con figli malati di Covid o disabili

Giovedì 3 Dicembre 2020 di Raffaella Gabrieli
Luxottica, banca ore parentale per i genitori con figli malati di Covid o disabili

Luxottica, per dare una mano ai dipendenti che sono genitori con figli sotto i 14 anni o disabili malati di Covid-19, nasce la Banca ore parentale. Un pacchetto di 16 ore messe a disposizione dell'azienda, retribuite al 50%, per coloro che si dovessero trovare in difficoltà nell'accudire i congiunti. Nel frattempo, il leader mondiale nella produzione dell'occhiale attende dai dipendenti la conferma dell'indirizzo a cui inviare il pacco gastronomico donato a tutti in occasione del Natale. «Un sostituto - è stato definito da Leonardo Del Vecchio e dai suoi collaboratori - della cena che quest'anno, a causa del Covid-19, non si potrà organizzare».

LA BANCA

È stata avviata proprio in questi giorni, a scopo sperimentale e di concerto con le organizzazioni sindacali, un'iniziativa volta a garantire un ulteriore supporto a fronte del riacutizzarsi dell'emergenza Corona virus. «Una nuova Banca ore parentale - spiega Luxottica - che garantirà 16 ore retribuite al 50%, per consentire di assistere figli di età fino ai 14 anni o familiari con disabilità grave. Destinatario sarà chi ha prole under 14 e/o beneficiari della legge 104 (per sé stessi o per familiari). I due giorni che compongono la Banca sono usufruibili anche a ore». Per attivare la Banca ore parentale è necessario compilare il modulo online presente su My personal desk, un'area personale del sito Luxottica. «I genitori con più figli avranno a disposizione sempre 16 ore - specifica l'azienda - in quanto non è previsto un doppio utilizzo, per esempio nel caso di genitori entrambi dipendenti. Le 16 ore per i dipendenti full time saranno riproporzionate in caso di part time, in base alla percentuale dell'orario realizzato. Il termine di utilizzo è fissato al 31 gennaio 2021: le ore non utilizzate entro questa data resteranno a disposizione della Banca ore parentale e ne verrà definita concordemente l'eventuale destinazione».

IL REGALO

Confermato l'annullamento della tradizionale cena di Natale, che quest'anno si sarebbe dovuta tenere venerdì 18 dicembre. L'emergenza pandemia, che vieta tra l'altro ogni tipo di assembramento, ha obbligato i vertici aziendali a rinviare il tutto all'anno prossimo. Anche perché il Palaluxottica, dove la festa è stata svolta nelle ultime edizioni, è stata trasformata in una fabbrica che produce proprio mascherine. Luxottica non rinuncia alle sorprese e ai regali ai propri dipendenti: ad ognuno di loro giungerà a casa un pacco contenente bontà tipiche di questo periodo dell'anno. C'è tempo fino a domani per confermare o aggiornare il proprio indirizzo dove verrà inviato il cadeau. Raffaella Gabrieli

Ultimo aggiornamento: 12:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA