Luxottica e Armani alleati per altri 15 anni, esteso il contratto di licenza esclusiva

Giovedì 15 Settembre 2022 di r. dim.
Luxottica e Armani alleati per altri 15 anni, esteso il contratto di licenza esclusiva

BELLUNO - EssiLux e Giorgio Armani estendono di 15 anni l'accordo di esclusiva per lo sviluppo, la produzione e la distribuzione a livello mondiale degli occhiali con i brand della maison della moda milanese avviato a giugno 2012. L'accordo di licenza riguarda i marchi Giorgio Armani, Giorgio Armani Privé, Emporio Armani, EA7 Emporio Armani and A|X Armani Exchange.


LE PROSPETTIVE
La storia comune di EssilorLuxottica e del Gruppo Armani risale al 1988, quando il fondatore di Luxottica Leonardo Del Vecchio fu scelto dal patron della casa di moda milanese per produrre gli occhiali a marchio Armani, utilizzando materiali di altissima qualità e un'accurata lavorazione artigianale da avviare al mercato globale. Quell'intesa fu interrotta da Armani nel 2002 che si alleò con Safilo, salvo riallacciare i rapporti dopo 10 anni. L'alleanza fra i due gruppi è stata considerata dal mercato come l'inizio di una rivoluzione che ha cambiato la modalità di consumo degli occhiali, trasformandoli da attrezzatura medica indispensabile per la vista in un accessorio di moda e in un simbolo di stile personale.


«Siamo estremamente orgogliosi della nostra storia con il gruppo Armani e della magia che abbiamo creato insieme. Leonardo Del Vecchio ha visto in Giorgio Armani un imprenditore con una passione comune per la qualità e l'innovazione e siamo entusiasti di continuare il viaggio che hanno iniziato», ha commentato Francesco Milleri, presidente del gruppo italo-francese e della Delfin, holding degli eredi Del Vecchio. «Nel corso della mia carriera ho sempre costruito collaborazioni e accordi a lungo termine con partner fidati», ha commentato l'estensione dell'accordo di 15 anni Giorgio Armani: «Il rapporto con EssilorLuxottica è stato una pietra miliare del mio percorso, nato dalla stima personale e professionale, che ha portato a scelte impegnative. Un rinnovo così importante è conferma di una fedeltà reciproca che mi rende orgoglioso e che porterà a ulteriori, importanti innovazioni». Di nuovo Milleri: «Con la scomparsa di Del Vecchio abbiamo perso un visionario, un grande imprenditore e il nostro presidente». Essilux è «nella migliore posizione per cambiare la propria strategia, diventando una società sempre più integrata. Per ora non abbiamo aumentato i listini - ha precisato Milleri - non l'abbiamo fatto neanche quando i trasporti sono esplosi. Noi siamo leader nell'automazione e nell'ottimizzare l'uso del personale, quindi se impatta l'industry impatterà meno noi di tutti gli altri», ha aggiunto il manager. «Le ottimizzazioni che abbiamo compensano gli incrementi dei costi. Questo è il nostro obiettivo, mai far pagare al consumatore» i maggiori costi «fino a che l'industry riesce ad assorbirli. Nemmeno nel wholesale stiamo ritoccando i prezzi».

Ultimo aggiornamento: 17:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci