Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bimbo morto a 2 anni, ispezioni al parco e in casa: ma non si trova nessuna sostanza nociva

Martedì 2 Agosto 2022
Bimbo morto a 2 anni, ispezioni al parco e in casa: ma non si trova nessuna sostanza nociva

BELLUNO - Sono affidati ai risultati dell'autopsia e dell'indagine tossicologica sul corpo del piccolo, esami entrambi fissati per domani, a Belluno, gli elementi che orienteranno l'inchiesta a carico del padre del bambino di due anni morto la sera di giovedì scorso, all'ospedale di Pieve di Cadore (Belluno) dove era stato trasportato d'urgenza.

La giovane vittima aveva manifestato segni di un progressivo malessere al suo rientro a casa dopo aver trascorso con il padre alcune ore in un parco giochi di Longarone (Belluno), dove risiede con i genitori. I timori espressi in un primo tempo ai soccorritori dall'uomo erano legati all'ipotesi che il figlio potesse aver ingerito qualcosa mentre si trovava nell'area pubblica, ma le ricerche effettuate in seguito sulla superficie dai carabinieri pare non abbiano individuato alcuna sostanza potenzialmente nociva. L'indagine si è allora spostata su qualcosa che il bambino possa aver invece inghiottito a casa sua, e da qui una perquisizione disposta dalla magistratura all'interno della residenza al termine della quale, tuttavia, secondo quanto si è appreso, non sarebbe stato acquisito dagli investigatori alcunché di anomalo. Il padre del piccolo è formalmente indagato come atto dovuto, il reato sarà codificato con maggiore precisione non appena gli accertamenti scientifici sulle cause del decesso saranno conclusi.

Ultimo aggiornamento: 3 Agosto, 20:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci