Invalido dopo l'incidente: investe
in Veneto Banca. «Tutto in fumo»

PER APPROFONDIRE: belluno, invalido, risarcimento, veneto banca
Disabile perde tutti i risparmi in Veneto Banca

di Olivia Bonetti

BELLUNO - «Veneto Banca non ha avuto pietà». È lo sfogo di L.C., 30enne bellunese, che ha perso parte dei soldi del risarcimento ottenuto per un incidente che lo ha lasciato invalido. Era il 2000 e il giovane, allora 15enne, finì in motorino contro un’auto che aveva invaso la sua corsia a Santa Giustina: lo schianto lo ha segnato per sempre. Il risarcimento è finito per una quota di 150mila euro in 3800 azioni di Veneto Banca che oggi valgono praticamente zero (acquistate a 39,50 euro ora sono a 0,10 centesimi). «La beffa - dice il giovane - è che se anche volessi, non potrei ritirare i miei soldi che ora equivalgono a 500 euro: ma io rivoglio il mio capitale». Per questo il 30enne si è affidato allo studio del legale bellunese Fabrizio Righes, specialista in diritto e contenziosi bancari. E, dopo il tentativo di conciliazione alla quale la banca non ha aderito, è pronto alla causa civile...

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 1 Luglio 2016, 09:07






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Invalido dopo l'incidente: investe
in Veneto Banca. «Tutto in fumo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2016-07-01 16:12:57
veneto banca e popolare di vicenza:hanno fatto fallimento...male per tutti. Ma una cosa non riesco a capire:tutti i soldini che i compratori delle AZIONI di queste grandi banche hanno versato dove sono finiti?
2016-07-01 15:44:19
Anonimoveneziano1946 2016-07-01 09:55:56, Lei fondamentalmente ha ragione, ma si presume fino a prova contraria che della propria banca ci si fidi, al contrario tutte le banche dovrebbero chiudere per mancanza di fiducia. Fatta questa premessa, chi mi dice che non sia stato raggirato, come lo specchietto per le allodole? Lo so che tutti non sono agenti di borsa, infatti queste sono le regole (da delinquenti) l'eccezione che conferma la regola sono le poche banche che hanno un'etica onesta con la propria clientela, a cercarle col lumicino si fa fatica.
2016-07-01 13:51:40
E' stata un'operazione illusionistica criminale su diktat di Basilea II. Le due banche venete erano e sono tra le più capitalizzate d'Italia ma dove il capitale immobiliare, per conformarsi alle regole di Basilea III, non costituisce più un asset. Frode legalizzata dal governo di banche private !!
2016-07-01 13:47:49
Erano quote di capitale cooperativo, non azioni che sono uno strumento speculativo.
2016-07-01 13:28:30
Investimento sbagliato