La sfida al Covid di Santino Galbiati: «Apro il mio 13esimo hotel di lusso a 5 stelle»

Venerdì 22 Ottobre 2021 di Giuditta Bolzonello
Il 5 stelle Grand hotel cervino e il commendatore Salvino Galbiati
1

SAN VITO DI CADORE - Mezzo secolo di passione per l'accoglienza di qualità coronato da una nuova, moderna struttura. L'albergatore ed operatore turistico Santino Galbiati, commendatore della Repubblica Italiana, nonostante il difficile periodo inaugura un altro cinque stelle, il Grand Hotel Cervino di Cervinia. È la numero 13 della catena Mythos Group, il nome che Galbiati, non a caso, ha scelto per dar vita al mito della sua società che ormai spazia in tutto il nord Italia con un'azienda agricola a Panicale in Umbria. 
«Tutto ha avuto inizio durante una vacanza - racconta l'imprenditore -. Era il 1972 e mi trovavo in villeggiatura a San Vito di Cadore. Facevo l'arredatore e mi fu offerto di gestire l'hotel Marcora. La proposta mi piaceva e così ho deciso improvvisamente di cambiare lavoro. Era una scommessa con me stesso e con il mio futuro». Da quel momento la passione per alberghi e ristoranti è diventata il suo scopo di vita. Cortina e le Dolomiti sono state il trampolino di lancio dell'imprenditore turistico tanto che nel 2002 è stato nominato presidente dell'allora Azienda di Promozione Turistica. Al Marcora, che poi ha ceduto per tornare a gestirlo con tanto orgoglio nel 2019 accogliendo tra l'altro il Venezia calcio e il cast della fiction televisiva Un passo dal cielo, in questi decenni si sono affiancati molti altri hotel tra cui lo storico Gran Hotel Savoia di Cortina che ha ceduto tre anni fa.

IL GRUPPO MYTHOS

Neppure le restrizioni all'economia, hanno frenato l'impegno di Galbiati tanto che dalla primavera 2020 il commendatore è andato controcorrente dando vita a hotel a 4 e 5 stelle. 
«Per il nostro gruppo - dice Galbiati - non è stato certamente un periodo facile ma, nonostante tutto, abbiamo cercato di tenere aperte le nostre strutture. Le difficoltà finanziarie, come per tutti non sono mancate: la mia parola d'ordine è sempre stata quella di resistere fino in fondo. Con notevoli sforzi e senza percepire nessuna sovvenzione statale sono riuscito a superare questo brutto periodo solo ed esclusivamente con le forze che ho messo in campo, grazie anche al mio personale. Nessuno è stato licenziato e dopo il periodo difficile ha ripreso a lavorare nella Mythos. Anzi invece di chiudere abbiamo aperto nuove strutture, il Park Hotel Vittoria di Cortina, l'AD Gallias di Bard vicino ad Aosta e a fine mese il Grand Hotel Cervino». 

DA CORTINA AD AOSTA

Quest'ultimo è il tredicesimo e si va ad unire agli altri hotel: Chalet al Lago di San Vito di Cadore, Gran Hotel Cormayeur Mont Blanc, Hotel President di Mestre, Roero Park Hotel, Grand Hotel La Presolana, i ristoranti Villa Magnolie di Garbagnate e Il Cavaliere, Osteria Bersagliere e Villa Galbiati di Paderno Dugnano. Ma Galbiati è anche appassionato di musica, dall'88 è presidente onorario della Banda d'Affori, è tra i fondatori dell'associazione Cultura e vita che a Cortina promuove numerosi incontri tra scrittori, artisti e personaggi della mondanità, creatore del Club Ambiente e Cultura Giuseppina Galbiati di Paderno. Meriti che gli hanno conferito nel 2008 anche la nomina a Console onorario della Repubblica della Georgia in Milano e la laurea honoris causa in Business Administration dalla Costantinian University di Roma. Ma non finisce qua, è infatti prevista l'apertura nel 2023 di un nuovo hotel a Ponte di Legno.
 

Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre, 10:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA