Si stacca un pezzo di roccia, alpinista feltrino muore sul Monte Bianco

Sabato 21 Agosto 2021
Giovanni Marcon in una foto da Facebook

FELTRE - È un bellunese - Giovanni Marcon di 49 anni, di Feltre - l'alpinista morto ieri pomeriggio sul versante francese del Monte Bianco, a 4.000 metri di quota. Era insieme ad altri due compagni di cordata italiani rimasti illesi. Stavano scendendo dal Dente del Gigante, sulla cresta Rochefort, quando è precipitato per oltre 200 metri, finendo in un canalone. A dare l'allarme è stata una guida alpina francese che ha assistito all'incidente. Da una prima ricostruzione della dinamica dei fatti, da parte dei gendarmi del Peloton de haute montagne di Chamonix, i tre alpinisti erano slegati. «Abbiamo preso la decisione di procedere senza corda in quel tratto - hanno raccontato ai soccorritori i compagni di cordata della vittima - in quanto il terreno era molto impervio e la roccia fragile, una decisione per evitare che uno cadendo trascinasse l'altro». Secondo quanto ricostruito dai soccorritori un pezzo di roccia si è staccato sotto i piedi di Marcon, facendolo cadere nel vuoto. I compagni di cordata, rimasti indietro, non si sono accorti dell'incidente. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell'alpinista italiano. La salma è ora nella camera mortuaria di Chamonix in attesa delle formalità burocratiche per il rientro in Italia.

Stando alle informazioni della sua pagian Facebook, Giovanni Marcon lavorava a Luxottica. 

Ultimo aggiornamento: 22 Agosto, 15:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA