Paura in Cadore, frana la montagna sopra San Vito: una nuvola di detriti investe il paese

Sabato 9 Ottobre 2021 di Redazione Belluno
San Vito minacciata da una frana
3

SAN VITO DI CADORE - Una frana nel tardo pomeriggio di oggi - sabato 9 ottobre - si è staccata in località Marcorà sul Monte Chiapuzza sopra San Vito. Sul posto sono subito accorsi i vigili del fuoco. Pare non ci siano persone coinvolte e non si segnalano feriti: i soccorritori sono   arrivati sul posto poco dopo le 18.30. La "pioggia" di detriti è iniziata attorno alle 18. 

Alle 18,30 i primi vigili del fuoco del distaccamento di Cortina e i volontari di San Vito di Cadore hanno eseguito un primo sopralluogo della zona. Prima che arrivasse la sera è stato possibile tirare un sospiro di sollievo: «Nessuna persona risulta coinvolta o dispersa» assicurano i vigili del fuoco. Il primo manufatto ai piedi di quelle montagne è infatti la strada statale che porta a Cortina. 
Ad attivarsi è stata anche la struttura di difesa del suolo della provincia che questa mattina parteciperà al sorvolo con i vigili del fuoco. «Nelle ultime settimane abbiamo sottoscritto una convenzione con il Dipartimento territorio e sistemi agro-forestali dell'Università di Padova - ha spiegato il consigliere delegato, Massimo Bortoluzzi - e tra le prime operazioni c'è proprio la creazione di una simulazione sulle colate in quel versante del Sorapiss, dove la Provincia alcuni anni fa ha realizzato alcuni canali di protezione dell'abitato di Chiapuzza. Ora accelereremo l'iter, per valutare eventuali colate che potrebbero innescarsi con la pioggia. Dal monitoraggio di questa mattina capiremo se è necessario svuotare i canaloni prima della primavera. In ogni caso, possiamo fin da subito dire che quell'opera, realizzata dalla Provincia, ha funzionato perché il materiale non è arrivato a Chiapuzza». Quando il pericolo è scampato a tirare un sospiro di sollievo è anche il sindaco Emanuele Caruzzo che rassicura tutti: «Non siamo preoccupati, i lavori fatti in passato hanno retto e assicurano una certa tranquillità anche se qui dobbiamo sempre tenere gli occhi aperti». 

IL VIDEO 

Video

LA FOTO 

 

Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre, 09:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA