Falciata ieri sera da un'auto e sbalzata oltre la recinzione di un'azienda: 63enne trovata morta questa mattina. Preso il pirata: «Usavo il cellullare»

Tragedia nella zona industriale di Arten a Fonzaso

Martedì 16 Novembre 2021 di Redazione Web
Il luogo della tragedia, nel riquadro la vittima
30

FONZASO - Tragedia nella zona industriale di Arten, nel comune di Fonzaso. Una donna di 63 anni, Emilia Santurini, è stata investita ieri sera verso le 19 mentre faceva l'abituale camminata serale. Un impatto tremendo che l'ha fatta sbalzare al di là della recinzione di un'azienda, la Mauser. La famiglia non vendola rientrare si era messa alla ricerca, inutilmente, avvertendo anche le forze dell'ordine. A trovare il cadavere, questa mattina martedì 16 novembre, una dipendente dell'azienda all'arrivo nell'edificio. Solo allora si è capita che la donna era stata investita da un'auto che poi è fuggita.

Il pirata - che era alla guida di una Ford Fiesta - è stato rintracciato nel primo pomeriggio di oggi, martedì 16 novembre, dopo che sul luogo dell'incidente erano stati trovati frammenti di carrozzeria: è un giovane di 24 anni della zona che è andato al lavoro con l'auto incidentata e dice di non essersi accorto di nulla. Quando i carabinieri sono andati sul posto di lavoro ha detto che era distratto dal telefono e non si è accorto di nulla. Secondo il giovane sulla zona gravava una fitta nebbia e non c'erano le linee di mezzeria perché la strada era appena stata asfaltata.

 

 

La vittima, aveva 63 anni 

Ultimo aggiornamento: 17 Novembre, 12:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA