Morta per Covid in Argentina non riesce a realizzare il sogno del marito emigrante: «Noi figli e nipoti verremo a Fonzaso per loro»

Sabato 19 Settembre 2020
Elda Flores morta in Argentina, voleva venire a Fonzaso per il marito. Accanto la nipote medico

FONZASO
Elda Flores è morta mercoledì a 87 anni, stroncata dal Covid in Argentina, senza poter realizzare il sogno coltivato con il marito di tornare nella loro Fonzaso. Il comune feltrino era il paese della famiglia di origine del suo coniuge, Angel Bartolo De Lazzer e lei voleva fare quel viaggio in sua memoria. Ora sarà la figlia, Maria Elda De Lazzer, a realizzare quel desiderio: «Appena la situazione, anche economica, ce lo permetterà», diceva ieri commossa. 
LA MORTE
Da poche ore aveva dovuto dire addio alla madre, uccisa dal virus: è morta proprio nella clinica dove lavora la nipote Maria Antonella Tuccio-De Lazzer. Elda ha avuto quella fortuna, che nessun paziente Covid ha: avere comunque vicino una famigliare mentre era in terapia intensiva. L’87enne è deceduta nella città di Olavarría, un centro di circa 83mila abitanti della provincia di Buenos Aires, in Argentina. Non è l’unica morta di Covid tra gli italiani all’estero, anche se per i bellunesi non sono stati segnalati altri casi. È stata la stessa figlia, Maria Eleda De Lazzer, attiva sui social e da anni in contatto con le pagine dedicate a Fonzaso, a informare i compaesani dei nonni di quello che era successo. Tanti fonzasini hanno voluto inviarle delle parole di conforto, con un messaggio su Facebook.
LA STORIA
Angel Bortolo De Lazzer e la moglie Giuditta Vieceli, i bisnonni di Maria Elda, partono da Fonzaso, più di un secolo fa, per cercar fortuna in Argentina. «Mio nonno - racconta Maria Elda De Lazzer - si chiamava Luis Antonio De Lazzer ed è nato proprio in quel viaggio della speranza, sulla nave che stava portando la famiglia in Argentina: erano ancora nelle acque italiane, quindi è nato in Italia, anche se non tecnicamente a Fonzaso. Nella sua vita ha fatto il fabbro, il meccanico, il mugnaio, conservo ancora la sua pietra. Qui in Argentina, nel 1922, è nato invece mio papà Angel Bartolo De Lazzer. Il suo sogno era di andare a Fonzaso, a vedere il paese d’origine della sua famiglia, ma non è mai riuscito a realizzarlo. È morto nel 2011, all’età di 87 anni, per polmonite. E mercoledì purtroppo, a causa di questa pandemia lo ha seguito anche la mamma». Quel giorno a Olavarría ci sono stati 3 morti per Covid.
IL DESIDERIO
Da tempo Maria Elda De Lazzer chiede notizie di parenti e paesani tramite i social. Insomma è diventata di fatto quasi una residente di Fonzaso, seppur virtualmente nella pagina “Sei di Fonzaso se..”. «Mi piacerebbe sapere come sta Lucy De Lazzer che è a Fonzaso, o gli altri abitanti - prosegue Maria Elda - da noi ci sono 150 casi di Covid e in un solo mese ci sono stati 20 morti, tra i quali mia madre purtroppo, uccisa proprio dalla pandemia, visto che era debilitata a causa di un carcinoma». E prosegue: «Il nostro desiderio ora, in memoria dei miei genitori, ma anche per i miei figli che vogliono vedere le loro origini, è di venire una volta nella vita a Fonzaso: lo faremo per loro, per mio papà e mia mamma che sarebbero dovuti venire, ma non ce l’hanno fatta. È lì, tra quelle montagne, la nostra famiglia è iniziata, come dimostra l’albero geneaologico che ci ha inviato Maria Vieceli». 
BELLUNESI NEL MONDO
Ernestina Dalla Corte è la presidente della Famiglia Bellunese dell’Argentina. Vive a Buenos Aires, ma le sue radici sono bellunesi: e precisamente di Servo di Sovramonte, dove partirono i suoi antenati nel 1920. «Ci metteremo in contatto con la signora De Lazzer, a cui vanno le nostre condoglianze - dice Ernestina dalla Corte -. Ad oggi, che io sappia, non ci sono bellunesi morti per Covid, ma per privacy non ci arrivano queste notizie, se non sono le famiglie o i nostri associati che si mettono in contatto con noi». E racconta la grave situazione che stanno vivendo: «Continuiamo in lockdown, era iniziato a marzo e non si può uscire. I casi continuano a salire e siamo preoccupati: il nostro sistema economico prima era già in crisi e inoltre i posti letto delle terapie sono già al massimo. Resteremo fermi fino all’11 ottobre: abbiamo più di 600mila positivi e sono morte circa 12mila persone e ogni giorno salgono». La speranza la situazione migliori e che magari si possa aiutare a realizzare il sogno della famiglia De Lazzer. «L’associazione bellunesi nel mondo - spiega Dalla Corte - ha il progetto “Turismo delle radici, con il supporto del Veneto, che permette ai discendenti di tornare nei luoghi di origine per un viaggio. L’anno scorso era alla seconda edizione». Ernestina è in radio Abm ogni sabato alle 21 ora italiana per raccontare le storie di bellunesi all’estero.
Olivia Bonetti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 08:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA