Licenze "irregolari" per i quad sulle montagne: parte l'esposto

PER APPROFONDIRE: cadore, esposto, mountain wilderness, quad, trento
Licenze "irregolari" per i quad sulle montagne e nessun rispetto dell'ambiente: parte l'esposto
TRENTO/BELLUNO - Mountain Wilderness ha presentato un esposto contro le autorizzazioni rilasciate dai comuni bellunesi e da quello di Moena, in Trentino, per il transito dei quad in occasione del raduno dell'11 giugno in val Gares (Canale d'Agordo). Secondo il presidente onorario dell'associazione, Luigi Casanova, «le autorizzazioni, comprese quelle dei servizi della Regione Veneto e della Provincia autonoma di Trento, purtroppo anche quelle dei Servizi forestali che dovrebbero essere servizi preposti alla tutela dell'ambiente, sono carenti proprio sul tema ambientale e del rispetto delle leggi italiane e delle direttive dell'Unione europea». «Nel caso la denuncia risulti ininfluente Mountain Wilderness e altre associazioni saranno presenti con azioni di disubbidienza civile nonviolenta nelle due giornate del raduno», afferma Casanova.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 15 Maggio 2017, 11:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Licenze "irregolari" per i quad sulle montagne: parte l'esposto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2017-05-17 10:50:42
Ti pareva che li si facesse qualcosa rispettando le regole......mah....ciao.
2017-05-17 10:15:06
Se e per il rumore ,vorrei far notare le lamentele di pseudo turisti appassionati di montagna verso le campane,i campanacci delle mucche,i galli,i canarini,i rasaerba,le motoseghe ecc.ecc.tutti rumoracci che disturbano e non fanno dormire chi e abituato al silenzio della citta ! Sarebbe bella la montagna silente ma poi bisogna che da venezia ci portassero il mangiare perche se no in montagna non si campa
2017-05-16 06:11:41
Purtroppo i muli spariscono , per primi a procurarsi i quad(anche con cingoli per l'inverno nevoso, oltre alle motoslitte)sono i residenti.Ne ho visti sul quad con rimorchio portarsi a casa la legna,il fieno, le patate dell'orto attorno al maso di famiglia.Occorrerebbe un permesso per i soli residenti, e per un determinato tragitto su strade comunali e non sentieri escursionistici. Ricordo vecchie escursioni con gli sci di fondo escursionistico in parchi e strade forestali sbarrate..che ora sono percorsi d amotoslittone conrimorchio per portare torme di gourmet ad abboffarsi in rifugi-ristornante .IGli escursionisti superstiti devono continuamente o farsi da parte eo ricavarsi unpercorso parallelo alla stradina. Ma verrano pure le FAT bici elettriche a due motori, uno per ruota, sui mille kilowatt,,che in Usa gia' si usano.
2017-05-15 18:12:03
carrette pacchiane, rumorose e inquinanti, oltre che pericolose. Almeno le tenessero lontane dalle vallate alpine, che dovrebbero essere preservate da inutili contaminazioni.
2017-05-15 17:19:57
I quad sono veicoli intrinsecamente pericolosi, specie se utilizzati (a sproposito) in fuoristrada. D'altro canto trovano la loro ragione di esistere proprio nel fuoristrada. Pero' una manifestazione ben organizzata e "civile" cui partecipano appassionati di un mezzo che hanno acquistato proprio per vivere queste esperienze, dovrebbe essere meno "invasiva" di altre attivita' (tipo le scampagnate dei "cittadini", che accendono fuochi e seminano rifiuti). Ma la "natura" viene comunque "contaminata" dai mezzi a motore. Certo. Ma poi non ci lamentiamo dell'abbandono "delle campagne" o dei "paesini" di montagna. Se per andarci ci devi arrivare solo a piedi ...