Appello disperato dopo la morte della mamma: «Rossella, dove sei?»

PER APPROFONDIRE: elisanna trevisan, manzago
Papà e mamma
«T​ua mamma è morta Rossella: se sei viva e leggi questo appello, ti aspettiamo a casa». A lanciare il messaggio è Ornella, nipote di Elisanna Trevisan.

Elisanna, morta all’improvviso all’età di 76 anni nell'ottobre 2008, per metà della propria esistenza ha convissuto con il dolore di una figlia scomparsa, Rossella Corazzin, la cui sorte è ancora avvolta nel mistero. Era il 21 agosto 1975 e la 17enne di San Vito al Tagliamento si trovava in vacanza a Tai di Cadore con i genitori. Non si sa cosa accadde quel giovedì di 34 anni or sono nei boschi di Monte Zucco, poco distante dalla casa degli zii dove soggiornava: l’ultima volta che l’hanno vista era seduta su una panchina di legno, nel bosco, a leggere “I passi perduti” di Alejo Carpentier. Un malintenzionato l’ha convinta a seguirlo? È stata vittima di qualche rito satanico? Da chi è stata ingannata? Interrogativi che dopo lunghe ricerche e indagini non hanno trovato risposta. Neppure dopo che nel 2005, il sostituto procuratore della repubblica a Belluno, Raffaele Massaro, riaprì il caso; le indagini però non portarono a niente di nuovo. Nel frattempo il papà di Rossella è morto (una decina di anni fa). «Sergio, mio marito – disse la Trevisan qualche anno fa durante un’intervista – prima di andarsene mi ha detto di continuare ad aspettarla e cercarla. Ed è quello che faccio, conservando le sue cose e facendo conoscere questa storia».

Non ha mai smesso di lanciare appelli in televisione (da Chi l’ha visto a La vita in diretta) e sui giornali, e anche questo mese ha partecipato a Belluno a un convengo per raccontare di sua figlia. «È morta con la speranza di rivederla», racconta la nipote Ornella che poi lancia un appello: « Rossella, se leggerai queste parole, ti preghiamo di venire a casa a dare l’ultimo saluto alla tua mamma che non c’è più
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 25 Maggio 2018, 13:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Appello disperato dopo la morte della mamma: «Rossella, dove sei?»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti