L'effetto green pass non basta a convincere i bellunesi a vaccinarsi

Mercoledì 22 Settembre 2021 di Davide Piol
Il green pass non basta a convincere i bellunesi a vaccinarsi

Manca davvero poco per raggiungere la soglia dell’80% di bellunesi coperti da almeno una dose di vaccino anti-covid. Un traguardo che fino a qualche mese fa sembrava impossibile e che ora è sempre più vicino. Il problema è che la campagna vaccinale avanza con fatica, anche dopo l’annuncio dell’obbligatorietà del green pass per il lavoro. A distanza di una settimana il totale dei vaccinati è aumentato solo dello 0,6%. Certo, sono rimasti gli irriducibili ma la strada è ancora lunga perché mancano all’appello quasi 38mila persone (pari al 20,8% del totale). Di contro, il 79,2% della popolazione vaccinabile ha eseguito almeno una dose di vaccino anti covid, mentre il 76% risulta immunizzato.
IL TRAINO DEI GIOVANI
Ad oggi, le dosi somministrate in Ulss Dolomiti sono circa 272mila. Quasi tutte le fasce d’età, seppure in modo diverso, hanno incrementato la copertura vaccinale. I migliori rimangono i giovani: il 62,3% dei 12-19enni ha ricevuto almeno una dose (+1,3% in una settimana), così come il 72,5% dei 20-29enni (+1%), e il 67,7% dei 30-39enni (+1,2%). Sono invece aumentati dello 0,9% i 40-49enni (coperti da almeno una dose per il 71%) e dello 0,6% i 50-59enni (79%). Infine gli over 60 che raggiungono il 91,3% di copertura vaccinale (+0,2%).
GLI APPELLI
L’Ulss Dolomiti ha sottolineato che, al di là degli accessi liberi ai drive in sparsi sul territorio, «è sempre possibile prenotare la vaccinazione anti covid dal sito www.aulss1.veneto.it». Posti disponibili ce ne sono fin troppi, mancano le persone. Ieri l’azienda sanitaria ha inviato una lettera personalizzata a tutte le persone con più di 50 anni che risultano non vaccinate e a quelle guarite dal covid da almeno tre mesi con gli appuntamenti vaccinali fissati nei prossimi tre giorni. 
DONNE IN GRAVIDANZA
Su una corsia parallela è stato strutturato un percorso dedicato alla vaccinazione anti covid delle donne in gravidanza, avviato dalla direzione sanitaria con la collaborazione tra le unità operative di Ostetricia e Ginecologia e il Dipartimento di Prevenzione. «Le donne in gravidanza – ha spiegato l’Ulss Dolomiti – possono usufruire di una consulenza personalizzata da parte di un ginecologo che farà una valutazione su ciascun caso e risponderà a tutte le domande delle future mamme, delle donne in allattamento o delle donne che stanno cercando una gravidanza». La vaccinazione potrà essere eseguita in reparto alla presenza del ginecologo. Ad oggi sono stati prenotati già 20 incontri e fissati 10 appuntamenti per il vaccino anti-covid. Di seguito luoghi e orari per accedere al servizio. Ospedale di Belluno: counseling telefonico e prenotazioni lunedì e giovedì dalle 12 alle 14 al numero 0437-516340, martedì dalle 18 alle 19 allo 0437-516943, o tramite mail all’indirizzo ginecologia.bl@aulss1.veneto.it; vaccinazioni in reparto il martedì dalle 14 alle 16 in ambulatorio 5. Ospedale di Pieve di Cadore: counseling telefonico e prenotazioni, da lunedì a venerdì, dalle 14 alle 15, allo 0435-341207; vaccinazioni in reparto il giovedì dalle 11 alle 13. Ospedale di Feltre: consulenze telefoniche il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 10 allo 0439-883457; consulenze in presenza, il giovedì dalle 15.30 alle 17.30; prenotazione allo 0439-883497 o tramite mail a elda.cengia@aulss1.veneto.it; vaccinazioni in reparto il giovedì dalle 15.30 alle 17.30. 
TERZE DOSI
L’Ulss Dolomiti, secondo le indicazioni nazionali e regionali, ha iniziato anche la somministrazione delle terze dosi partendo dai pazienti dializzati, trapiantati, onco-ematologici e immunodepressi. Ieri sono proseguite le convocazioni. Nel frattempo, però, devono continuare le vaccinazioni nei confronti della popolazione scoperta. L’Ulss ricorda che la certificazione verde viene generata automaticamente dalla piattaforma nazionale-DGC dopo 12 giorni dalla somministrazione della prima dose ed è valida dal quindicesimo giorno fino alla data della seconda dose. Per quella vera e propria è necessario aspettare 24-48 ore dalla seconda somministrazione e sarà valida per 12 mesi. 

Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 13:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA