Mercoledì 27 Marzo 2019, 22:22

Ecofurbo lascia rifiuti sul lago, pizzicato
e multato: «Ho sempre fatto così»

PER APPROFONDIRE: ecofurbo, multa, pieve di cadore, rifiuti
Ecofurbo lascia rifiuti sul lago stangato: «Ho sempre fatto così»

di Giuditta Bolzonello

PIEVE DI CADORE - E’ salata se non salatissima la multa che un cittadino di Calalzo dovrà pagare al comune di Pieve per aver scaricato dei rifiuti sul lago in quel di Sottocastello: ben 600 euro. Pieve di Cadore da tempo ha dichiarato guerra a chi non conferisce correttamente i rifiuti, sono aumentati i controlli e stanno lievitando anche le contravvenzioni. Si tratta di multe salate che proprio in questi giorni hanno interessato un numero consistente di abitanti di comuni limitrofi che scaricano i loro rifiuti sul territorio di...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ecofurbo lascia rifiuti sul lago, pizzicato
e multato: «Ho sempre fatto così»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2019-03-29 19:10:18
Ma mettere nome e cognome di questa "brava gente" non si puo? Bisogna togliete il diritto alla privacy ai delinquenti.
2019-03-29 11:45:43
non so quanto sia la tariffa annuale per i rifiuti ma 500euro mi pare na baggianata
2019-03-29 07:32:17
Brutti sporcaccioni....vergogna !!!!!!...ciao enrico..ciao.
2019-03-28 14:12:39
Ma perchè lo chiamate ecofurbo e non piuttosto incivile, maleducato, disonesto? Quanto alla multa, sarebbe meglio comminargli una salatissima ed immediata multa di 6000 (seimila, non seicento) euro in modo da fargli passare ogni futura velleità facendogli al contempo ripulire tutta la zona.
2019-03-28 13:54:37
Sono d'accordo che sono pochi 600 euro. Ma come la mettiamo di tutti i rifiuti "ecologici e naturali" lasciati ogni giorno nelle nostre città da cittadini normali? Mi chiedo perché i vigili sono bravi a dare la multa a chi beve e fa la pipì su un muro, ma non fanno il loro dovere quotidiano su centinaia di padroni di cagnolini che ogni giorno rendono le nostre città un pisciatoio per animali. Negli ultimi 2-3 anni i centri storici sanno solo di pipì di cane. Ma se la pipì la fa un immigrato, guai... ma se la fanno centinaia di cani va benissimo. O si è razzisti, oppure chi abita in città ama vivere tra la sporcizia e la pipì dei cani.