Martina Cumerlato e Cesare Maestri fanno il vuoto alla Transpelmo

Lunedì 5 Settembre 2022 di Silvano Cavallet
Martina Cumerlato

Sono la vicentina Martina Cumerlato e il trentino Cesare Maestri i vincitori della Transpelmo, appuntamento giunto alla 15. edizione e valido anche come finale italiana delle Golden Trail Series Italy by Salomon. Poco meno di venti chilometri con quasi 1500 metri di dislivello e la Forcella Val d'Arcia (a quota 2.476) come cima Coppi: questa l'immagine dell'evento che ha visto al via novecento concorrenti. «Siamo molto soddisfatti - commentano Eris Costa e Andrea Cero, del Comitato organizzatore - per come sono andate le cose. Una partecipazione così nutrita e l'unanime apprezzamento per il tracciato, la nuova zona partenza/arrivo e la logistica. Un riscontro, questo, che ci servirà da stimolo per il futuro». Quanto alle prove, al femminile c'è stato, subito al via, un deciso allungo della britannica Hannah Russel, che, però, vittima di una rovinosa caduta prima del passaggio al Rifugio Venezia, era stata costretta all'abbandono. Via libera, quindi per la Cumerlato che - dopo un terzo e un secondo posto - è salita sul gradino più alto del podio. Alle sue spalle sono arrivate Giulia Pol e Martina Da Rin Zanco. Tra i maschi, Maestri - campione italiano ed europeo di corsa in montagna - ha subito imposto cadenze che hanno allungato la fila dei concorrenti e gli hanno permesso di allargare il proprio vantaggio fino ai quasi tre minuti che, all'arrivo, lo hanno separato dal gardenese Alex Oberbacher che nella vita è compagno della Cumerlato, e dal trentino Stefano Gardener. Per Oberbacher la seconda piazza vale il successo nelle Golden Trail Series, e l'accesso alle finali internazionali di Madeira, dove ci sarà anche la Cumerlato. A Pecol c'è stato anche il ritorno della Junior Race, con tre categorie: i Pitus', le Skirate' e i Liore'. Un'ottantina di concorrenti per una festa allegra e colorata.


LE CLASSIFICHE
Femminile
1. Martina Cumerlato (La Sportiva) 2h23'05; 2. Giulia Pol (Team Scarpa Mico-Black Warriors) 2h24'42; 3. Martina Da Rin Zanco (Atl. Dolomiti) 2h27'36; 4. Micaela Mazzuca (Stella Alpina) 2h39'06; 5. Sara Campigotto 2h43'41; 6. Angelika Eckl (Südtiroler Lv Sparkasse) 2h45'04; 7. Sabrina Viel (Gs Quantin Alpenplus) 2h47'51; 8. Sara Cavallet (Atl. Trichiana) 2h48'35; 9. Alessia Menel (Gs Podistica Canalet) 2h49'34; 10. Erica Antoniol 2h51'17.
Maschile
1. Cesare Maestri (Nike Trail) 1h53'30; 2. Alex Oberbacher (Team Crazy) 1h56'29; 3. Stefano Gardener (Us Cornacci - La Sportiva) 1h56'49; 4. Lorenzo Beltrami (Team Scarpa / Rock Esperienze) 1h57'45; 5. Daniele Felicetti (Team Dynafit) 1h58'28; 6. Mattia Bertoncini (Sport Project Vco - Team Salomon) 2h01'36; 7. Paolo Bonanomi (Falchi Lecco - Scarpa) 2h02'31; 8. Gabriele Del Longo (Gm Calalzo) 2h02'52; 9. Raffaele Teza (Macelleria Angeloni- Sportway Bl) 2h04'20; 10. Mattia Debertolis (Us Primiero) 2h'7'34; 11. Michele Meridio (Brooks Trail Runners) 2h08'39; 12. Wendelin Mörtendorfer 2h09'01; 13. Elia Costa (Atl. Zoldo) 2h10'25; 14. Nicola Costantini 2h11'37; 15. Enrico Bonati (Team Mud And Snow-Salomon) 2h11'51; 16. Roberto Cassol 2h13'102; 17. Tommaso Tessaro (Scarpe Bianche) 2h13'31; 18. Simone Logica 2h13'40; 19. Thomas Veritti (Stella Alpina) 2h14'55; 20. Mattia Reggidori (Leopodistica) 2'1618.


JUNIOR RACE
Femminile
Pitus: 1. Margherita Mondin 4'57; 2. Lara Campa Favaretto 5'37; 3. Anita Palacios Plevani 5'38.
Skirate: 1. Chiara Pavoni (Stella Apina Gs) 8'34; 2. Caterina Molin Pradel 9'05; 3. Giulia Rocchetto 10'08.
Liore: 1. Amy Penazzato (Atl. Schio) 7'45; 2. Lucrezia Crivellaro (Pentanuoto) 8'16; 3. Valentina Ploner (Atl. Zoldo) 9'24.
Maschile
Pitus: 1, Filippo Stefani 4'47; 2. Leonardo Nicolai 4'58; 3. Liam Borsatti 5'09.
Skirate: 1. Alex Bristot 8'03; 2. Tommaso Schinetti (Run & Fun Belluno) 8'06; 3. Roberto De Bon 8'08.
Liore: 1. Riccardo Molin Pradel (Atl. Zoldo) 7'14; 2. Lorenzo Crivellaro (Pentanuoto) 7'40; 3. Gabriel Bristot 7'58.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA