Turismo, impianti e rifugi finalmente riaperti: può partire l’estate in quota

Sabato 19 Giugno 2021 di Marco Dibona
Impianti e rifugi aperti, parte l'estate in quota

CORTINA - Oggi in Ampezzo esplode l’estate, almeno per quanto riguarda l’avvio degli impianti di risalita, che partecipano al consorzio Cortina Skiworld. Alle funivie già in funzione, sinora un paio, si aggiungono infatti altre strutture, per completare l’offerta ai turisti, confidando però che la richiesta cresca, rispetto a un avvio che è stato piuttosto tiepido, in queste prime settimane di giugno, secondo gli operatori del settore. Le funivie del Faloria e del Lagazuoi girano ormai da una settimana; il rifugio Lagazuoi accoglie le persone sin dal 1 giugno, quando si saliva solamente a piedi, nella neve ancora alta. È aperta anche la seggiovia da Rio Gere a Sonforca, per accedere ai percorsi per escursionisti del monte Cristallo.

TUTTE LE APERTURE Oggi apre l’impianto dal Col Druscié a Cima Tofana, per andare a completare il servizio della cabinovia dallo stadio Olimpico al Druscié, che già era stata attivata nelle giornate della fine settimana, fra maggio e giugno. L’intera linea della Freccia nel Cielo resterà in funzione sino al 19 settembre, con il punto di ristoro al Druscié e il rifugio sulla cima della montagna, che svetta a 3.244 metri. Da oggi aprono pure le due seggiovie che salgono da Pié Tofana ai rifugi Duca d’Aosta e Pomedes: sono utilizzate soprattutto dagli escursionisti, che vogliono percorrere le vie ferrate e i sentieri attrezzati della zona, adatti per tutte le capacità, dai neofiti ai più esperti, ma anche per chi vuole godere il panorama della conca e pranzare comodamente a 2.300 metri. Girerà da oggi anche la seggiovia delle Cinque Torri, da Bain de Dones al rifugio Scoiattoli, per proseguire verso i rifugi Averau e Cinque Torri, mentre al Nuvolau sono in corso lavori che dovrebbero durare tutto il mese di luglio. Per la seggiovia da Fedare al passo Giau, in comune di Colle Santa Lucia, nel comprensorio dell’Averau, bisognerà attendere sabato 3 luglio; lo stesso giorno aprirà pure la seggiovia di Socrepes, con ampia disponibilità di tracciati per gli appassionati di mountain bike.

CICLOTURISTI La bicicletta dovrà essere davvero veicolo di rilancio del turismo in montagna, nelle intenzioni degli impiantisti. Nei mesi di chiusura sono stati numerosi i lavori di rinnovamento del Bike park Socrepes, con la costruzione di nuovi salti e curve molto più larghe, l’allungamento dei sentieri esistenti e la preparazione di nuovi percorsi, tutti con sistemi drenanti per ridurre il fango e rendere la discesa sempre più divertente e accessibile a tutti. Non solo downhill: da quest’anno il noleggio mette a disposizione anche le bici a pedalata assistita. Nella combinazione fra risalita con l’impianto, l’uso di navette a noleggio e la percorrenza di stradine in sella, per l’esplorazione delle montagne più conosciute, si colloca il Dolomiti bike Galaxy, con trail nella zona del Cinque Torri Freeride; il trail Averau, il Superpanorama e il Mietres Freeride. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA