Gran finale di una lunga stagione sugli sci: sul Faloria ultimi due giorni "conditi" dai grandi chef

Sabato 30 Aprile 2022 di Marco Dibona
Faloria

CORTINA D'AMPEZZO - A Cortina si scia ancora, oggi e domani, a conclusione di una stagione turistica da record, quasi sei mesi, dall’apertura della seggiovia del Col Gallina, il 7 novembre scorso. A chiudere in festa, come è tradizione ormai consolidata, è il comprensorio del Faloria, che ancora una volta prolunga l’inverno sino a primavera inoltrata, sino al 1 maggio. Mentre altrove si guarda ormai verso l’estate, si pensa al mare, a Cortina si calzano ancora gli scarponi, gli sci, si indossa la tuta, con il casco, per non perdere le ultime curve. Quest’anno la giornata festiva coincide con la domenica, per cui non ci sarà un ponte, ma ci sono comunque due eventi ad attendere gli appassionati dello sci, della montagna, così come del divertimento.

Per questi due giorni non si sale più dal piazzale di Rio Gere, con la serie di seggiovie del Pian de ra Bigontina, ma solamente dal centro di Cortina, dal piazzale della stazione, con i due tronchi di funivia, a un prezzo speciale, 10 euro andata e ritorno, per agevolare tutti, anche chi non ha lo skipass per sciare. Oggi lassù in montagna va in scena Food Lovers, una rassegna enogastronomica del territorio, con una mezza dozzina di chef della conca, due dei quali stellati Michelin, e poi ci sarà la pasticceria più raffinata. Dalle 11.30 alle 17 il rifugio Faloria, a oltre 2.000 metri, diverrà una straordinaria terrazza sulle Dolomiti, dove pranzare con le eccellenze della ristorazione, godendo della possibilità di spostarsi da uno stand all’altro e scegliere le pietanze preferite. E ci sarà festa di nuovo anche domenica 1 maggio, con sport e musica.

E’ in calendario infatti l’edizione numero 17 del Faloria Challenge, una gara di slalom gigante aperta a tutti, l’ultima occasione dell’annata per sfidarsi fra i paletti. In passato questa gara era anche l’occasione di ritrovo per gli appassionati di telemark, che affrontavano il percorso a tallone libero. Ci sarà poi musica all’aperto, dal vivo, con dj set, per chiudere in allegria la stagione del rilancio, della rinascita. Sia nel 2020, sia nel 2021, era infatti mancato questo appuntamento coinvolgente, in due stagioni che hanno segnato pesantemente le attività sportive e turistiche della montagna. Anche se le previsioni del tempo non sono favorevoli, per questa fine di settimana, c’è comunque la voglia di stare assieme, all’aperto, di divertirsi. L’attività degli impiantisti sulle Dolomiti d’Ampezzo si fermerà solamente per poche settimane: a giugno già apriranno i primi impianti, per avvicinare gli escursionisti alla montagna. Intanto fervono ovunque i lavori per concludere l’inverno, anche nei comprensori dove si è smesso di sciare un paio di settimane fa, con il lunedì di Pasqua. Fra i vari interventi da fare c’è il recupero delle campane d’acciaio dei sistemi attivi di protezione dalle valanghe; con l’elicottero vengono rimossi i dispositivi, revisionati, ricaricati dei gas esplodenti, quindi riposti con cura, in attesa di essere riportati sulle pareti rocciose, sui pendii ripidi dei ghiaioni, all’inizio della prossima stagione dello sci.

Ultimo aggiornamento: 2 Maggio, 07:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci