Bellissima "Velenosa", trionfa la bellunese Giulia Pol Foto e classifiche

Lunedì 23 Maggio 2022
Bellissima "Velenosa", trionfa la bellunese Giulia Pol

(s. c.) Parla (anche) molto bellunese l'edizione 2022 della Velenosa, la prova di corsa in montagna - 14 chilometri con un migliaio di metri di dislivello positivo - andata in scena lungo le pendici del Monte Terne, anticamera della Schiara, la montagna simbolo di Belluno. Al femminile, è Giulia Pol (al 44° posto assoluto) a conquistare il successo, al termine di una gara che l'ha vista sempre in testa e nella condizione di dilatare progressivamente il suo vantaggio su Sara Cavallet. La prova maschile, invece, ha trovato nel portacolori del Valchiese, Alberto Vender, il suo vincitore. Vender ha preceduto, grazie alle sue grandi doti di discesista, Luca Cagnati (vincitore nel 2019) e il bellunese d'adozione, Abdoullah Bamoussa.

La corsa, disputata in condizioni meteo decisamente estive, ha proposto conferme e novità. Tra le prime, la presenza lungo il percorso di diversi gruppi musicali che hanno proposto diverse colonne sonore. Al Bus del Buson - ambientazione magica anche per i concorrenti - c'era l'arpa di Chiara Gasparotto; alla Croda Rossa la chitarra di Martino Cargnel; ai 1035 metri del Gpm i dj Simone e Giorgio; mentre i veterani Porci's Comodi intrattenevano al Mulino; Rosss&Alex alle Case Bortot e Marco Bonutto (percussioni) e Marta Roverato (flamenco) al Campet. A fare da contraltare ai concorrenti impegnati nella distanza maggiore, vanno ricordate le centinaia di partecipanti alla Velenosetta, 5 km capaci di suscitare emozioni a ripetizione. E poi le novità del Gpm Special e della Velenosa Gourmet. La prima è l'iniziativa degli organizzatori che puntava a far salire verso il punto più altro del tracciato molti appassionati pronti a fare il tifo al passaggio dei concorrenti.

Come stimolo, le prime 50 persone che hanno raggiunto il Gpm hanno ottenuto, con una modica spesa, una fascetta Dynafit, e un posto di ristoro riservato. Quanto alla Velenosa Gourmet, si tratta di una forma di promozione del territorio attraverso la tradizione enogastronomica, un'escursione guidata attraverso quello che di fatto è il racconto della gente di montagna. Inutile dire che, questa proposta, è andata esaurita in un batter d'occhio. Archiviata con grande soddisfazione l'edizione 2022, a breve si comincerà a lavorare in vista della prossima; con l'obiettivo dichiarato di far crescere ancora quella che è già diventato uno degli appuntamenti più partecipati nel Bellunese.

LE CLASSIFICHE
Femminile: 1. Giulia Pol (Black Warriors-Team Scarpa) 1h26'14; 2. Sara Cavallet (Atl. Trichiana) 1h31'40; 3. Alessandra Olivi 1h32'15; 4. Sara Campigotto 1h33'52; 5. Elisabetta Pozza (Bios Delta Run) 1h34'09; 6. Martina Brustolon (Run&Fun Belluno) 1h34'41.

Maschile: 1. Alberto Vender (Brooks Trail Runners) 1h05'38; 2. Luca Cagnati 1h06'33; 3. Abdoullah Bamoussa (Atl. Brugnera) 1h07'32; 4. Luca Fabris 1h09'14; 5. Luka Kovacic (Team-Dynafit) 1h10'06; 6. Gianpietro Barattin (Alpago Tornado Run) 1h10'55; 7. Gabriele Del Longo (GM Calalzo) 1h12'35; 8. Daniele Meneghel 1h13'16; 9. Raffaele Teza (Macelleria Angeloni) 1h13'26; 10. Elia Costa (Atletica Zoldo) 1h13'49; 11. Michele Bartoli (Tremalzo) 1h16'34; 12. Eris Costa (Zoldo) 1h17'40; 13. Daniele Fant (Sinteco Running Team) 1h'1821; 14. Francesco Moretto (Ana Atletica Feltre) 1h18'31; 15. Stefano Fratta (Spiquy Team) 1h18'34.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci