Focolaio del Comelico, mascherine obbligatorie all'aperto e chiusura dei bar alle 22

Martedì 29 Settembre 2020 di Redazione online

BELLUNO - E' stata firmata oggi dal Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell'usl 1 Dolomiti, Sandro Cinquetti, a seguito del confronto con il Dipartimento regionale della precvenzione, la proposta di un'ordinanza sindacale ad hoc con misure di prevenzione per arginare il focolaio del Comelico, che vede concentrati in tre comuni la metà dei positivi bellunesi. Le nuove regole valgono per i comuni di Santo Stefano di Cadore, con 24 positivi, San Pietro di Cadore, 34 contagi e Comelico Superiore con 12 casi. 

Il provvedimento ordinativo contingibile e urgente che dovrà essere adottato dai sindaci prevede che per 15 giorni gli abitanti abbiano l'obbligo di indossare la mascherina fuori dall'ambiente domestico, quindi anche all'aperto, eccetto i bimbi e chi fa attività sportiva individuale e la chiusura degli esercizi e locali pubblici alle 22. 
L'incidenza della positività inq uei comuni, rapportata alla popolazione è dell'1,11% in base mensile e ha creato allarme. Sempre in quelle zone ci sono 2 asili chiusi e una classe delle elemntari in quarantena. 

Ultimo aggiornamento: 30 Settembre, 22:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA