Volano in alto le colombe: il Covid non ferma Antenna anziani

Venerdì 10 Aprile 2020 di Daniela De Donà
Cinquanta colombe volano a destinazione. Non le ferma il Covid 19. Perchè, come dicevano i latini “manus manum lavat” e tutte due lavano il viso. Antenna Anziani e Protezione civile collaborano e il vantaggio è per tutti. 
NEL MIRINO 
«L’associazione segue persone in situazione di fragilità, portiamo a casa medicinali e buoni acquisto, ma anche il panettone a Natale e la colomba a Pasqua, poiché rappresentano segni importanti per chi convive quotidianamente con la difficoltà - spiega Maria Agostina Campagna, presidente di Antenna Anziani di Belluno – noi volontari quest’anno siamo bloccati a casa, non possiamo uscire, non ci è possibile consegnare direttamente alcunchè. Ma non volevo rinunciare ad una iniziativa che è tradizionale ed ho pensato di telefonare a Paolo Zaltron della Protezione civile per capire se, insieme, avremmo potuto aggirare l’ostacolo della quarantena e far arrivare, comunque, il dolce pasquale a destinazione». Dopo l’assenso a fare da tramite da parte dei volontari della Protezione civile, Agostina Campagna ha ordinato le colombe di marca. E ieri il camioncino della Protezione civile è passato da Nogarè a via Feltre, da Travazzoi a via Volontari del lavoro: in un porta a porta i dolci con canditi e mandorle sono state recapitati a nome di Antenna Anziani. L’associazione, che è forte di novanta iscritti, ha una mission per statuto: promuovere la domiciliarità e il sostegno della persona anziana e in difficoltà. Come precisato dalla presidente gli assistiti a cui si rivolge l’iniziativa pasquale vivono in casa propria o in strutture comunitarie. «In questo momento sono 15 le persone seguite a domicilio e a cui, ieri, è arrivata la colomba – precisa Maria Agostina Campagna – più una decina, attraverso Katia Trento dell’Usl 1, ai frequentatori del centro diurno di psichiatria. Ma abbiamo nostri ex assistiti a domicilio che ora si trovano in Casa di riposo. Non ci dimentichiamo di loro». 
IL GIRO
Nel loro giro i volontari della Protezione civile hanno consegnato la colomba pasquale anche a otto ospiti di Villa Alpago, a Sossai. Finendo la consegna alla casa di riposo Villa Gaggia, attraverso la Sersa. «L’emergenza ci ha permesso di conoscere molte realtà associative che operano senza tanta pubblicità. Una bella scoperta anche per i nostri volontari che, pure per l’iniziativa di Antenna Anziani, hanno aderito», commenta Zaltron, responsabile dell’Ufficio Protezione civile e della sala operativa del Comune di Belluno. © RIPRODUZIONE RISERVATA