Venerdì 19 Luglio 2019, 14:43

«Mi sono dimesso da cittadino dello Stato italiano: ora vivo libero, sono un Ir»

PER APPROFONDIRE: cittadino, dimissioni, ir, italia, massimo affro, stato
dimettersi da cittadino dello Stato italiano,  Massimo Affro di Trichiana lo ha fatto

di Olivia Bonetti

BELLUNO - Dimettersi da cittadini di uno Stato e vivere senza lacci, laccioli, tasse, obblighi e diventare liberi. O meglio soggetti di diritto internazionale, come dicono loro. È il popolo unico, o come si definiscono loro legali rappresentanti brevemente lr. Sono ormai diversi anche nel Bellunese: una ventina di ex-cittadini che non son più registrati all'anagrafe con nome e cognome in maiuscolo e l'atto di nascita. C'è una famiglia che non ha nemmeno registrato il neonato. «È nato libero», dicono. Questa sera si incontreranno a Mel per confrontarsi e scambiarsi opinioni e suggerimenti. Tra loro, nel popolo unico, anche Massimo Affro di Trichiana, comune di Borgo Valbelluna. È lui a raccontare come si vive da lr. Affro ha 52 anni, compagna e famiglia un lavoro part time come insegnante di arti marziali, dipendente, e un altro da libero professionista. Nella sua famiglia sono liberi, non sono cittadini: Affro non lo è ormai dal 2017 e non potrebbe essere più felice. «Mi sono avvicinato al popolo unico- racconta Massimo - qualche anno fa, quando mi sono scontrato con l'obbligo vaccinale. Non capivo come lo Stato
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Mi sono dimesso da cittadino dello Stato italiano: ora vivo libero, sono un Ir»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 51 commenti presenti
2019-07-24 18:50:03
E come fa a vivere nella societa', usufruendone quindi di tutti i servizi? Non vedo come uno possa vivere, senza iscriversi nemmeno all'anagrafe, quindi risultando di fatto inesistente. Solo il fatto di calpestare il suolo pubblico lo costringerebbe a pagare tasse, tanto per dire la prima cosa che mi viene in mente... e per il lavoro come fa? boh.... inconcepibile!
2019-07-21 20:50:07
Barzelletta del giorno prima
2019-07-21 17:09:22
E quel giorno che dovrai andare in ospedale? Secondo te ti lasciano fuori? Sicuramente ti cureranno lo stesso e quindi? Fate così, prendetevi un isola e rimanete la , vediamo quanto resistete senza servizi... tutti bravi a parlare quando si trova tutto...
2019-07-21 16:28:22
Provate a digitare:popolo unico, perdere un po del vostro tempo, non dico sia utile, non prendo posizione a favore o sfavore. Io per principio sono diciamo....un autodidatta, nel senso che non amo il gruppo precostituito, questo nella religione, nella politica, e lobby varie. Mai mi sognerei di aderire a formazioni dove ci sono vertici, sotto vertici, e cespugli vari. Pero la lettura di popolo unico, da qualche informazione in più, un motivo per riflettere. Poi ognuno può tornare al suo punto di partenza...o vedere le cose da una angolatura un tantino diversa....buona lettura.
2019-07-21 09:50:41
Dalle immagini vedo l’erba tagliata dal comune, senz’altro ha utilizzato , utilizza e utilizzerà delle strade asfaltate o sentieri, spero che non debba mai succedere ma ci sono anche gli ospedali a disposizione. Mi fa molto piacere pensare che le tasse che paghiamo servano a migliorare la qualità di vita di tutti.